Mente lucida, ricordi sempre vivi e felice della vita vissuta tra libri e affetti più cari. La professoressa Angela Calabrese Liotta oggi compie 90 anni, «una coincidenza fortunata che il suo compleanno così rotondo, così importante, arrivi vicinissimo al Dantedì», dice la figlia Eliana Liotta. L’ex docente del Liceo Classico “G. Pantaleo” di Castelvetrano dal 2007 si è trasferita a vivere a Milano e non ha mai smesso di coltivare la sua passione per il sapere, per i libri e per l’antichità.

Oggi nella “Domus Patrizia” dove vive, spegnerà le candeline sulla torta, senza aver vicino gli affetti più cari per via delle disposizioni restrittive imposte dalla pandemia Coronavirus. Un traguardo di una lunga vita che la professoressa Calabrese ha dedicato allo studio, alla conoscenza, al sapere: «Come mi sento? Benissimo. È come guardare da lontano la vita come se fosse un arco puntellato da tanti avvenimenti uno più bello dell’altro», dice a CastelvetranoSelinunte.it.

In città – e non solo – in tanti (oggi professionisti e insegnanti) ricordano da studenti le sue lezioni al Liceo, la sua passione per l’antica città di Selinunte, quel legame col mondo greco mai interrotto. Da qui è nato l’ultimo suo libro, “L’eredità della Grecia antica”, 400 pagine che passano in rassegna gli anni dell’insegnamento ma che, soprattutto, rendono merito ai greci.

«Il suo hobby preferito è scrivere su Facebook in cui racconta la storia delle parole, scavando all’indietro fra le radici greche o latine – dice la figlia Eliana – la mia mamma mi ha confidato l’altro giorno che, anche se il corpo è acciaccato, la sua mente ora è più saggia». Una vita in cammino quella della professoressa Calabrese, «sempre alla ricerca di una luce», conclude la figlia Eliana.