Il Sindaco della città di Castelvetrano Selinunte, Avv. Felice Errante, ha voluto complimentarsi con il nuovo Baby Sindaco della città, che è stato eletto nel corso della seduta di questa mattina

Si tratta di Fummi Marvelleas Idemudia, studente della Scuola Media Gennaro Pardo, di origini nigeriane, che è stato eletto quale baby Sindaco, mentre l’altro candidato Gabriele Pentapoli, che frequenta la Scuola Elementare Dante Alighieri, è stato eletto vice-baby Sindaco.

Fummi Marvelleas Idemudia

A presiedere la seduta il consigliere che aveva ottenuto il maggior numero di preferenze, che era proprio Fummi, coadiuvato dal Presidente del Consiglio Comunale, Vincenzo Cafiso che non ha nascosto la sua emozione:

Oggi vorrei che venisse ricordata non come una giornata straordinaria ma come una giornata normale, perché dobbiamo far si che non sia più considerato qualcosa di speciale il fatto che un ragazzo di colore sia perfettamente integrato nella nostra realtà cittadina- ha detto Cafiso- una giornata dove il merito e le capacità di Fummi sono state riconosciute e premiate dagli altri baby-consiglieri, che hanno dato una lezione importante anche a noi adulti

Il Sindaco della città, visibilmente commosso, ha voluto portare il suo saluto.

Oggi la nostra comunità ha dato una risposta particolarmente significativa a tutti coloro che non amandola si divertono a buttarle quotidianamente fango addosso– ha detto Errante- e che la risposta arrivi dai nostri giovani è ancora più importante.

L’elezione di Fummi ha una valenza duplice, perché oltre ad un esempio di integrazione e uguaglianza e’ anche una lezione preziosa che i ragazzi hanno trasmesso ai politici più grandi perché hanno saputo cogliere nel giovane Fummi quelle qualità di leader che sono indispensabili per il delicato ruolo che rivestirà- ha concluso il primo cittadino- Imparino da questi nostri giovani concittadini tutti coloro i quali parlano della nostra comunità, a volte senza neanche conoscerla, a sproposito.

Sono sempre più convinto che la storia la disegnino i fatti e oggi gli studenti di Castelvetrano hanno scritto una bella pagina di storia di questa città.