Scene di guerriglia urbana a Napoli nei pressi della sede della Regione Campania. Tensione tra alcuni dei manifestanti (impegnati in un corteo contro le misure per fronteggiare l’aumento dei contagi) e le forze dell’ordine, schierate in assetto antisommossa.

Allo scoccare delle 23, orario di inizio del coprifuoco previsto dall’ordinanza firmata dal governatore della Regione Campania, è iniziato un lancio di oggetti contro le forze dell’ordine che hanno risposto con lacrimogeni e azioni di alleggerimento.

Striscioni, tra i quali “La salute è la prima cosa ma senza soldi non si cantano messe” sono stati esposti dai manifestanti che hanno deciso di muoversi in corteo, forma di manifestazione attualmente vietata da un’ordinanza della Regione Campania.