gruppo-6gdo-castelvetrano-11

“Le lavoratrici e i lavoratori del Gruppo 6 Gdo hanno il diritto di conoscere quale sarà il loro futuro lavorativo invece sono tenuti all’oscuro dalle Istituzioni”. A dichiaralo è il segretario provinciale della Filcams Cgil di Trapani Vito Gancitano che, a tre mesi dall’ultimo e unico incontro con l’amministratore giudiziario dell’azienda che gestisce i supermercati Despar (Trapani, Agrigento e in parte Palermo) e i soft discount 6Store, rivendica il diritto dei lavoratori a essere informati, dopo il fallimento della trattativa con la Gicap Spa di Messina, sul prosieguo delle trattative con altre aziende per l’acquisizione in affitto del Gruppo 6 Gdo.

Rileviamo – ha detto il segretario della Filcams Cgil Vito Gancitano – disattenzione delle Istituzioni rispetto alle legittime esigenze dei lavoratori che hanno il diritto di sapere quali saranno le sorti del gruppo.

L’ultima richiesta di incontro con l’amministratore giudiziario, Andrea Gemma, a firma della Cgil, della Cisl e della Uil risale a 10 giorni fa ma, a oggi, i sindacati non hanno ricevuto alcuna convocazione.

“Per i sindacati – ha detto Gancitano – è necessario ottenere informazioni sulla natura delle difficoltà nella trattativa per la cessazione in affitto dell’azienda oltre che definire con celerità un piano per il pagamento delle retribuzioni pregresse”. I lavoratori, che da gennaio sono in cassa integrazione straordinaria, attendono il saldo del 20% dello stipendio di novembre, la 13esima e 14esima mensilità e la retribuzione di dicembre.

“Lavoratori e rappresentanze sindacali – ha detto Gancitano – meritano rispetto e attenzione. Abbiamo il diritto – ha concluso – di sapere cosa sta producendo il lavoro dell’amministratore giudiziario”.

La Filcams Cgil, che mantiene lo stato di agitazione dei lavoratori, preannuncia azioni di lotta le cui modalità saranno stabilite lunedì 3 gennaio nel corso di un’assemblea sindacale che si terrà, alle 16, a Castelvetrano nella sede dell’azienda.

L’ufficio stampa – Maria Emanuela Ingoglia