L’assessore regionale Edy Bandiera ha effettuato ieri pomeriggio un sopralluogo presso il porto di Marinella di Selinunte per costatarne le criticità determinate dalla presenza di un enorme quantitativo di alghe e sabbia che da qualche tempo ormai non ne permettono la navigazione.

Lo rende noto l’ex deputato Toni Scilla che negli scorsi giorni ha accolto il grido d’aiuto dei pescatori di Marinella.

Interverremo nel più breve tempo possibile per arginare la situazione di emergenza che i pescatori di Marinella di Selinunte stanno vivendo e per consentirne il ritorno in mare”, ha dichiarato Scilla.

“La Regione Siciliana si muove sulla scorta di crismi autorizzativi e nel rispetto pieno delle norme. Ci siamo attivati per sollecitare un intervento del demanio e ci muoveremo con la protezione civile poiché mi rendo conto in questa occasione che si tratta di calamità naturale. L’intenzione è quella di intercettare una strategia d’intervento che possa risolvere il problema definitivamente”, ha dichiarato Bandiera.

L’assessore ha ricordato la grande opportunità rappresentata dai cinque nuovi bandi FEAMP per un ammontare complessivo di poco più di 16 milioni di euro e tra questi la misura 1.29 rivolta ad under 30 che decidono di svolgere un tirocinio a bordo di una barca che prevede, per la durata di due anni, una disponibilità a fondo perduto di 40 mila euro. “Una buona occasione – ha sottolineato Bandiera – per 225 giovani siciliani”.