ASCOLTA L'ARTICOLO

Ancora una volta, nel giro di pochi giorni, registriamo una vittima e diversi feriti, oltre a danni enormi, a causa di ben due trombe d’aria che si sono abbattute sul versante sudorientale dell’Isola” lo ha dichiarato oggi il presidente della Regione Siciliana, Nello Musumeci rivolgendo il suo cordoglio ai familiari dell’uomo investito in pieno dalla furia del tornado a Modica.

Il maltempo, che sin da ieri ha interessato tutta la Sicilia, ha avuto pesantissime ricadute sulle coltivazioni, su edifici e strade di quasi tutte le province. Gli effetti del cambiamento climatico sono sempre più evidenti richiedono maggiori interventi di contrasto al dissesto idrogeologico.

Come riportato dagli esperti di entrometeosicilia.it, i sistemi temporaleschi V-shaped che si sono registrati in Sicilia, sono figure meteorologiche fra le più insidiose nel nostro paese, e si verificano soprattutto nei mesi autunnali quando i contrasti termici sono più vigorosi. Ingrediente principale per la genesi di un V-shaped sono innanzitutto i forti venti in quota. La perturbazione (fronte freddo) incontrando aria caldo umida preesistente, innesca forti moti ascensionali, formando così i cumulonembi.

Grazie al vento in quota, dovuto alla bassa pressione, la nube temporalesca tende, una volta formatosi l’incudine, ad allungarsi verso la direzione di moto dei venti, formando una tipica V (vista immagini satellitari).


©centrometeosicilia.it

AUTORE.