ASCOLTA L'ARTICOLO

17 novembre 2022 grande successo per la manifestazione che si è tenuta a Partanna nelle Scuderie del Castello Grifeo. È stata una giornata intensa che ha visto partecipi l’On.le Nicolò Catania, sindaco di Partanna, il dirigente dell’Ambito territoriale di Trapani la Dott.ssa Antonella Vaccara, il Dott. Giuseppe Inglese Dirigente tecnico USR per il Lazio, il Professor Lorenzo Piemonti, direttore dell’Unità di Medicina Rigenerativa e Trapianti e del Diabetes Research Institute dell’IRCCS Ospedale San Raffaele di Milano. Tanti sono stati gli interventi e, in particolare, la relazione del Dott. Giuseppe Giordano, Diabetologo dell’Asp di Trapani che ha relazionato sulla Storia del Diabete dalla scoperta dell’Insulina fino alle moderne Tecnologie per la cura del Diabete. 

I percorsi formativi inclusivi devono essere assicurati e promossi per tutti i nostri ragazzi, a tutti i nostri Bambini – ha dichiarato con fermezza la Dott.ssa Antonella Vaccara – si conferma quindi l’impegno dell’USR che vuole assicurare un percorso formativo per tutti, in piena collaborazione e promuovendo il già avviato percorso della Scuola Promessa”. 

Ha aggiunto il dott. Giuseppe Inglese che “La ricetta giusta per superare i problemi frequenti legati alle difficoltà e alle paure per affrontare quotidianamente nella scuola la gestione di tutti i Fragili, è costituita da una sinergica collaborazione tra la scuola, gli enti locali, le ASP e le Associazioni di Pazienti per garantire a tutti il diritto allo studio e il diritto alla salute”. 

Le parole di Nicolò Catania Sindaco di Partanna: “Abbiamo presentato all’Assessorato alla salute della regione Sicilia la presenza della neo nata Associazione diabetici valle del Belice, e vogliamo evidenziare l’augurio e l’auspicio per le serene feste di Natale a tutti, si ribadisce che le Istituzioni sono presenti per evidenziare le sinergie e le collaborazioni che da questa nostra meravigliosa terra del Belice, vengono promosse, dove le tante realtà di volontariato sono attive e operative”. 

L’anno scorso abbiamo festeggiato i 100 anni dell’insulina, che è stata una vera rivoluzione perché ha trasformato una malattia che era mortale come il diabete all’esordio in una malattia oggi cronica, degenerativa, come il diabete di tipo 1 che però ruba ancora 12 anni di attesa di vita alle persone, nonostante le migliori terapie che possiamo mettere in campo. Ora stiamo lavorando con intensità per un mondo libero da insulina. Ci piacerebbe che il 14 novembre, in un futuro non troppo lontano, non sia più la celebrazione della Giornata del diabete, ma che diventi il giorno in cui ci sveglieremo e non avremo più bisogno dell’insulina. Per il diabete di tipo 1 le conquiste più rilevanti in questo ultimo anno sono state soprattutto legate agli approcci di medicina rigenerativa“. Un mondo libero da insulina è “il sogno” di Lorenzo Piemonti, direttore del Diabetes Research Institute (Dri) e della neo costituita Unità di medicina rigenerativa e dei trapianti dell’Irccs ospedale San Raffaele di Milano. 

Dichiara infine il Presidente ADVB ODV Giacomo Trapani che oggi è necessario mettere al centro dell’attenzione, la persona, in un rapporto virtuoso tra Associazioni, Istituzioni e scuola. 

Un ringraziamento a tutti i volontari e le Aziende e gli Operatori sanitari (Medici e Infermieri) che si sono prodigati alla riuscita dell’evento utile a informare la cittadinanza su un delicato tema, quello del Diabete!

AUTORE.