Essepiauto

Grande successo, a Castelvetrano, per l’Open Day del LICEO DELLE SCIENZE UMANE “G. GENTILE”. Protagonisti gli studenti tra rappresentazioni classiche e moderne. E’tempo di grandi riflessioni. “Cosa farò da grande?” E’ ciò che i ragazzi di terza media si chiedono in questi giorni. Si tratta di un momento importante, in cui le famiglie e gli alunni dovranno scegliere quale indirizzo di studi intraprendere.
Brillante successo del Liceo delle Scienze Umane “G. Gentile” per l’ormai tradizionale giornata dedicata all’Open day che si è svolto venerdì 18 Gennaio 2019. Interesse rivolto tutto sugli allievi del Liceo che sono stati i veri protagonisti di questo open door, in cui si è voluto far conoscere attivamente il piano dell’offerta formativa dell’Istituto. Laboratori musicali, artistici, teatrali, linguistici, scientifici, in cui genitori e studenti si sono intervallati nelle aule aperte e nei vari spazi dell’istituto.
Aria di festa e di collaborazione attiva, tra dirigente, docenti e studenti per presentare al meglio i luoghi in cui quotidianamente lavorano tutti in un’unica direzione, per la crescita che non è solo scolastica ma anche e soprattutto umana e personale, tesa alla valorizzazione dei singoli talenti, di cui in molti hanno dato prova.
Ad iniziare le attività della manifestazione le coreografie di aerobica in palestra, quindi gli alunni accompagnatori hanno guidato gli ospiti in Aula Magna per i saluti della Dirigente scolastica, Dott.ssa Tania Barresi, che ha manifestato vivo entusiasmo per le numerose persone presenti e per le magnifiche attività preparate dai docenti e dagli studenti.
Veri protagonisti dell’evento sono stati, come già detto, gli alunni che si sono impegnati nella realizzazione di varie performances musicali, artistiche, teatrali, con canti e balli, linguistiche e scientifiche.
Gli studenti hanno, inoltre, accolto gli ospiti con grande entusiasmo, facendo trapelare il clima di grande collaborazione che ha coinvolto l’intera popolazione scolastica.
Grande cooperazione si è registrata anche nella realizzazione dei costumi e delle scenografie, attività che hanno rivelato e fatto conoscere talenti nascosti ma che hanno consentito lo sviluppo di competenze spendibili anche al là delle pareti scolastiche.
Dopo i saluti della Dirigente, numerose sono state le attività: «Studiando studiando, s’impara», «Il cerchio della vita» (performance in arabo), «Il ciclo della vita» (le lingue nel mondo), «Poesie e mestieri», «Il sistema solare: teorie a confronto», «Storie di migranti», «L’Inferno di Dante fra il serio e il faceto», «Il teatro delle marionette», «Incontriamoci» – «Emotivamente… adolescenti», «La Casa dei Papi» (fantasie e parodie).
Grande successo che, in definitiva, ha ricompensato le fatiche degli insegnanti, degli alunni e di tutto il personale del Liceo; fatiche e sacrifici che hanno portato anche ad un gran numero di iscrizione di nuovi alunni nella scuola.
Ad maiora semper.