Il Sindaco della città di Castelvetrano Selinunte, Avv. Felice Errante, unitamente al Presidente ed al vice-Presidente del Consiglio Comunale, ai componenti della Giunta Municipale, a diversi consiglieri comunali ed al baby-sindaco, ha dato il via alle celebrazioni del 69° anniversario della Festa della Repubblica, che si sono tenute in piazza in piazza Matteotti, davanti al Monumento ai Caduti di tutte le guerre.

Erano presenti anche i rappresentanti delle Forze dell’Ordine, i rappresentanti dell’associazione Carabinieri in Congedo, dell’Associazione Reduci e Combattenti, dell’Associazione Nazionale della Polizia di Stato, le volontarie della croce rossa e dei vari gruppi della protezione civile.

L’Amministrazione Errante, fin dal suo insediamento, ha deciso di festeggiare nel segno dell’apertura al territorio e alla cittadinanza e, soprattutto, ai giovani perché, attraverso varie forme partecipative, comprendano il senso profondo e l’altissimo valore etico e storico di una ricorrenza non solo celebrativa, ma intesa quale momento di riaffermazione e diffusione degli altissimi valori di cui la nostra Costituzione è portatrice.

Ad aprire la manifestazione i bambini del coro del II Circolo Didattico, diretto dall’insegnante Angela Romeo, coadiuvata dall’insegnante Rosanna Lombardo, della Scuola Ruggero Settimo, diretta dal prof. Giuseppe Ancona, che hanno intonato l’inno di Goffredo Mameli. Subito dopo è intervenuto il Presidente del Consiglio Comunale, Vincenzo Cafiso che nel salutare con compiacimento la larga partecipazione di pubblico, ha lanciato la proposta di coinvolgere , per il prossimo anno, tutte le scuole di ogni ordine e grado della città, alfine di meglio veicolare questo importante messaggio.

Subito dopo è intervenuto il primo cittadino :

Voglio ringraziare tutti voi per la larga partecipazione di quest’anno, quando siamo partiti eravamo in pochi, ma ogni anno la presenza va diventando sempre più consistente e questo significa che questa celebrazione sta entrando nel cuore di tutti- ha detto il Sindaco- grazie anche al coro della scuola, alle docenti ed al preside per la loro squisita disponibilità, voglio anticiparvi sin d’ora che l’anno prossimo, in occasione del settantesimo anniversario, della festa della Repubblica, sempre con la massima sobrietà che ci contraddistingue, sposteremo la celebrazione nella realizzanda Piazza della Repubblica, che sorgerà tra il convento dei Minimi e la via Vittorio Veneto, dove innalzeremo un pennone altro 20 metri con una bandiera tricolore che sventolerà per sottolineare a futura memoria la vittoria della democrazia su ogni forma di totalitarismo.

A seguire il sindaco ha deposto una corona di alloro per la memoria di tutte le vittime delle guerre e la manifestazione si è poi conclusa con altri due brani eseguiti dal coro.

Festa della Repubblica

Festa della Repubblica castelvetrano

Festa della Repubblica 2