ASCOLTA L'ARTICOLO

È di 900 euro la somma che è stata raccolta durante la manifestazione “Gocci di Meli”, organizzata in ricordo di don Baldassare Meli, a due anni dalla scomparsa. La somma servirà per la Caritas parrocchiale. Quello appena trascorso è stato un week-end dedicato a don Baldassare Meli a due anni dalla sua scomparsa. La comunità parrocchiale di Santa Lucia a Castelvetrano ha voluto ricordare con “Gocci di Meli” il sacerdote che due anni fa è venuto a mancare per un male incurabile. Il week-end si è aperto con la visita di un gruppo di parrocchiani alla cappella di famiglia al cimitero di Aragona, che ha partecipato alla santa messa celebrata nel paese natìo di don Meli.

Domenica scorsa, invece, lo spiazzale antistante la parrocchia è stato trasformato in un grande mercato popolare con cibo e dolci offerti gratuitamente da alcune aziende castelvetranesi. Il momento di intrattenimento è stato affidato a Gianni Nanfa che ha accolto con entusiasmo l’invito a esibirsi gratuitamente. E non solo. Anche l’istituto “Capuana-Pardo” ha detto sì all’invito degli organizzatori. Gli alunni del plesso “Nino Atria” hanno portato in scena lo spettacolo “Sicilia: canti e cunti di la me terra”. «Don Meli è stato un uomo che ci ha insegnato a non dimenticare il rispetto per la persona e l’accoglienza verso tutti, esempio di testimonianza a favore degli ultimi», hanno detto i docenti che hanno seguito gli alunni. Davvero emozionante l’esibizione degli alunni che, tra sketch esilaranti, canti e danze popolari, sono stati applauditi più volte. Alla manifestazione è anche intervenuta la dirigente scolastica Vania Stallone.

 

AUTORE.