Pervenuta la revoca degli arresti domiciliari, finalmente libero, l’ Appuntato dei Carabinieri Giuseppe Barcellona ringrazia la cittadinanza per la solidarietà ricevuta, con una lettera aperta.

“Sono passati poco più di 3 mesi da quel fatidico giorno che ha cambiato la mia vita. Per sempre. Sono ancora frastornato, incredulo, ma sono anche abituato a trarre il meglio da ogni situazione, anche la più drastica.

La buona in questa situazione siete stati voi. Fare il carabiniere in un paese come Castelvetrano non è facile, facile invece tirarsi le antipatie di tanti, ma così non è stato… anzi, vi siete stretti intorno alla mia famiglia e ci avete sostenuto, questo la dice lunga su quanto ancora da più parti viene detto su questa terra, è una terra difficile è vero, ma abitata da tanta gente Brava ed Onesta, che crede ancora nella giustizia ed ha sete di verità e rinascita.

Lo avete dimostrato in tante occasioni. Io, adesso voglio ringraziarvi uno ad uno, non sono castelvetranese ma sono figlio adottivo di questa terra e servitore di questo popolo nei secoli Fedele Barcellona.

Un mio sentito ringraziamento va al Capitano Davide Colangeli ed a tutta la compagnia di Castelvetrano, al castelvetranese Comandante Alfa ed al Capitano Ultimo. Particolare ringraziamento va anche ai colleghi dello Squadrone Cacciatori di Calabria e agli uomini della Crimor ed agli uomini del Tuscania.
Grazie ancora a tutti”.

Giuseppe Barcellona