Lo scorso sabato 23 novembre, nell’Aula Magna del Liceo Classico “G. Pantaleo” di Castelvetrano, si è tenuta la prima delle due giornate di studi sul tema La Sicilia di Titone e Sciascia, nel XXX anniversario della scomparsa dei due grandi siciliani, organizzate dal Comitato di Castelvetrano della Società Dante Alighieri e dall’Istituto Euroarabo di Mazara del Vallo, col patrocinio del Club per l’UNESCO di Castelvetrano Selinunte, del Rotary Club di Castelvetrano Valle del Belice e dell’UIF, grazie, soprattutto, all’impegno di Rosario M. Atria, Giuseppe Bongiorno e Vincenzo M. Corseri.

Virgilio Titone (Castelvetrano, 15 marzo 1905 – ivi, 27 febbraio 1989) e Leonardo Sciascia (Racalmuto, 8 gennaio 1921 – Palermo, 20 novembre 1989) sono, infatti, entrambi venuti a mancare trenta anni fa.
Nello stesso luogo, cinque anni or sono, in due distinte giornate di studio, erano già stati ricordati Titone e Sciascia nel XXV anniversario dalla scomparsa. All’interno dell’Aula si è potuta visionare una mostra fotografica su Virgilio Titone, realizzata da Leonardo Corseri.

La giornata di studio castelvetranese, presenti la docente referente del Liceo Classico prof. Daniela Giancontieri e il presidente del Club per l’UNESCO dr. Nicola Miceli, dopo i saluti del Presidente del Consiglio comunale avv. Patrick Cirrincione e della rappresentante del Rotary avv. Erina Vivona, è proseguita con un filmato su Virgilio Titone realizzato da Andrea Ancona, che ha poi letto la poesia Sicilia di Titone, tratta da Versi antichi del 1973.

Il dr. Antonino Cangemi ha, quindi, esposto la sua relazione dal titolo Titone e Sciascia tra diversità e somiglianze. Ha porto, poi, i suoi saluti e ringraziamenti la figlia di Virgilio Titone, dott.ssa Lucia. Ha fatto seguito la relazione del prof. Francesco S. Calcara su La Spagna e la Sicilia di Titone. Tra la seconda e la terza relazione, il poeta Matteo Chiaramonte ha letto un suo costrutto poetico intitolato Virgilio Titone.

L’ultima relazione è stata tenuta dal prof. Rosario M. Atria su Leonardo Sciascia trent’anni dopo.
La manifestazione è stata coordinata e conclusa dal prof. Giuseppe L. Bonanno, che ha ricordato, in particolare, le rispettive visioni politiche e l’impegno civile di Titone e Sciascia.