La Campagna di sensibilizzazione per l’abbattimento delle barriere architettoniche e culturali, promossa dalla Sezione AIAS di Castelvetrano ha inteso dare continuità all’azione avviata già nel 2005 con la 1^ Giornata dell’Aquilone, al fine di rimuovere i tantissimi ostacoli che condizionano la libertà e l’uguaglianza dei cittadini disabili.

“Diritti e Doveri …..Ma quali e di chi??” è stato l’interrogativo lanciato nell’anno scolastico 2015/16 a tutti gli studenti delle scuole di ogni ordine e grado del Distretto di Castelvetrano con una Campagna di promozione della cittadinanza responsabile, per una maggiore apertura e disponibilità al dialogo ed al rispetto di qualsiasi “altro”.

giornata aquilone

All’invito hanno risposto ben 52 classi (34 classi scuole primarie, 13 classi scuole superiori di 1° grado e 5 classi scuole superiori di 2° grado), circa 700 giovanissimi che, in forme diverse, hanno sviluppato un percorso finalizzato a “CREARE UNA COMUNITÀ INCLUSIVA”.

La fase finale del percorso educativo ha vissuto il suo momento culminante giovedì, 19 maggio, in occasione della XII GIORNATA DELL’AQUILONE, quando più di 200 alunni/studenti, dai 7 ai 17 anni, si sono radunasti, presso gli spazi dell’ex SAICA, attigua all’Istituto Alberghiero “V. Titone” di Castelvetrano), per richiamare, una volta ancora, l’attenzione sulle tante forme di prigionia subite quotidianamente da una persona disabile.

In tale contesto sono stati presentati i sei “Alfabeti dei diritti e dei doveri” prodotti dalle classi di Scuola primaria. L’Alfabeto vincitore del Concorso è risultato quello prodotto dalle classi seconde del 2° Circolo didattico “R. Settimo” di Castelvetrano con il seguente giudizio:

“Hanno illustrato con le composizioni delle lettere dell’alfabeto, (formate dall’interazione tra di loro, dal loro essere), un punto di vista inconsueto; il loro interagire sinergicamente raffigura, nello scatto di una foto, la necessità di adoperarsi costantemente affinché siano abbattute non solo le barriere architettoniche, ma anche e soprattutto quelle culturali, mentali, sociali.”

L’apposita Commissione costituita da:
Settore SOCIO-SANITARIO – Archetti Rossella Rita e Bonvissuto Claudia
Settore ARTE – CALAMIA LIA
Settore SCUOLA – Narciso Leo
Settore ASSOCIAZIONI – Parrino Vincenzo
per alcuni particolari messaggi trasmessi attraverso le lettere dell’alfabeto, ha assegnato anche delle menzioni a:
• Ist. Comprensivo “Capuana – Pardo” di Castelvetrano
LETTERA “A” = AMARE Classe 1^ A pl. “Capuana”
LETTERA “C” = CONFRONTO Classe 3^ A pl. “Capuana”
• Ist. Compr. “Pirandello – Bosco “ di Campobello di Mazara
Classi 2^ A e 4^ A Plesso “S. G. Bosco”
• 6° Direzione Didattica “G. Sirtori” di Marsala
LETTERA “Z” = ZOOMARE Classi 3^ B e 3^ A
• Ist. Compr. “Radice – Pappalardo” di Castelvetrano
LETTERA “H” = HELP Classi 2^ A e 2^ B Plesso “Radice”
LETTERA “B” = BONTÀ Classi 3^ A e 3^ B 5^ A e 5^ B Plesso “G. Verga”

Una delle attività proposte dalla Campagna ha assunto particolare significato: “VAI DAL MEDICO…..SE CI RIESCI”, che ha riportato all’attenzione pubblica la macroscopica assurdità ancora oggi esistente dell’inaccessibilità degli studi medici convenzionati. Andare dal medico, dal proprio medico di famiglia, tutelare la propria salute: è quasi superfluo dire che si tratta di uno di quei diritti inviolabili sanciti dalla Costituzione. Ma se la maggior parte delle farmacie e degli studi medici convenzionati è resa inaccessibile da una serie di barriere architettoniche quel diritto non è più così scontato

I giovani studenti delle seguenti Scuole del Distretto n. 54 di Castelvetrano:
➢ Ist. Comprensivo “Capuana – Pardo” CASTELVETRANO
➢ Ist. Comprensivo “Radice – Pappalardo” CASTELVETRANO
➢ Liceo Scientifico “M. Cipolla” CASTELVETRANO
➢ Ist. Comprensivo “Capuana” SANTA NINFA
con la collaborazione di:
• UILDM Sezione di Mazara del Vallo per il comune di CAMPOBELLO DI MAZARA
• Caronna Vito, responsabile del blog “Oltre le barriere” per il comune di PARTANNA
hanno monitorato: 58 studi medici convenzionati e 12 farmacie.

I dati raccolti evidenziano:
a) Il permanere del bassissimo livello di accessibilità degli studi medici,
b) 46 studi su 58 presentano gradini all’ingresso e 8 di essi sono collocati al primo piano senza ascensore,
c) 22 studi su 58 continuano ad avere il bagno non a norma,
d) permane il basso livello di accessibilità delle farmacie,
e) 7 farmacie su 12 presentano gradini all’ingresso,
f) 10 farmacie su 12 hanno il banco vendita senza la parte più bassa per consentire ad un eventuale cliente in carrozzina di poter acquistare le medicine in situazione di pari opportunità.
Situazione, questa, sostanzialmente poco mutata rispetto a quella che era emersa dal monitoraggio effettuato nel 2008 !!

Eppure è così rara la presenza di un utente cliente in situazione di handicap, seppure temporanea ?

Perché ancora oggi questo viene consentito ?

A chi spetta il compito di sorvegliare e di impedire che ad un cittadino in situazione di Handicap non sia concesso di poter liberamente scegliere un servizio??

I risultati della rilevazione ed una interrogazione sono stati consegnati al Dott. Antonino La Rosa, presente in rappresentanza dell’Assessorato alla Sanità, chiedendogli ufficialmente l’impegno di consegnare la documentazione all’Assessore Gucciardi, per affrontare il problema, individuare le competenze ed un possibile percorso per la soluzione del problema.

I giovani studenti attendono una risposta.
La giornata si è chiusa, ma non conclusa, con il Laboratorio “Vai dal medico se ci riesci” condotto da Giacomo Bonagiuso, che ha fortemente coinvolto i tanti giovani presenti, e con il volo di tanti palloncini gialli e blu…………perché la differenza non sia mai una barriera…
Preziosa è risultata la collaborazione dell’Amministrazione comunale e dell’Associazione “Angeli per la vita”

Il Presidente
Dott. Angela Puleo