Venerdì 1 giugno 2018, si è svolta presso la Scuola Primaria Ruggero Settimo, la Seconda Giornata della Legalità, manifestazione conclusiva dei diversi percorsi di educazione alla cittadinanza attiva e responsabile attivati presso l’Istituto.

Presenti alla manifestazione, oltre ad alunni, docenti e genitori, la Dott.ssa Maria Concetta Musca, in rappresentanza della Commissione Straordinaria del Comune di Castelvetrano; la dott.ssa Rosalba Scaduto, già Sostituto Procuratore presso la Corte d’Appello di Palermo e diversi rappresentanti delle Forze dell’Ordine della città.

Per accogliere tutti gli intervenuti, è stata allestita negli spazi esterni alla scuola una mostra itinerante dove hanno trovato posto i lavori di cartellonistica realizzati nel corso dell’anno scolastico  e grandi  lenzuola  con significativi messaggi di impegno sociale e civile.

Dentro l’ Auditorium la manifestazione si è aperta con un momento fortemente simbolico alla vigilia delle celebrazioni per la Festa della Repubblica: la parata militare con la cerimonia dell’ alza bandiera e l’Inno di Mameli.  A seguire un vivace ed interessante incontro- dibattito tra i giovani cronisti del giornalino scolastico ,  la dott.ssa Musca e la dott.ssa Scaduto, che hanno testimoniato, con il loro “esserci”, di credere fortemente nella valenza formativa della scuola  nel promuovere la cultura della legalità .Si è parlato di diritti e doveri, di rispetto delle regole , di Costituzione, di senso di appartenenza alla comunità e al territorio.

Filo conduttore della giornata è stata la ricerca di significato; LEGGE, ACCOGLIENZA , DEMOCRAZIA, BELLEZZA , MEMORIA sono state le  parole –legame  accostate al termine LEGALITA’ in un susseguirsi emozionante di momenti di narrazione, animazione, danza , canto e gioco di ruolo.

L’evento, coordinato dall’ins. Carmela Valenti, Referente d’Istituto  per l’Educazione alla Legalità, è stato fortemente voluto dal Dirigente Scolastico, prof.ssa Maria Luisa Simanella, che ha così commentato : ”La scuola educa alla legalità attraverso il suo stesso essere scuola; infatti è la prima istituzione in cui ci si confronta con gli altri, in cui bisogna rispettare le regole.

Doverosi e sentiti i ringraziamenti ai presenti, ai docenti, ai rappresentanti delle Forze dell’Ordine, alle Associazioni di volontariato, alla Fondazione “Giovanni Falcone “, alla Fondazione “Antonino Caponnetto”, a tutti i partners che hanno permesso la realizzazione di questo percorso formativo durato un intero anno scolastico e che ha reso gli studenti protagonisti di esperienze significative di legalità”.

La manifestazione si è conclusa accanto all’albero della legalità piantumato l’anno scorso nel giardino della scuola dal  dott. Vincenzo Pantaleo, Procuratore Capo della Repubblica di Marsala. I bambini hanno attaccato a quest’ albero delle “foglie speciali” con i loro sogni: un paese pulito ed accogliente, un mondo senza odio e razzismo e soprattutto il desiderio che la Sicilia  e la Castelvetrano che tutto il mondo conoscerà, porterà il loro nome e la loro faccia pulita.

Un volo di palloncini colorati ha suggellato una mattinata indimenticabile, vissuta con grande partecipazione, una giornata che ha trasmesso speranza e ha guardato al futuro.

 

I docenti della Redazione di “Giornalisti in erba”

Contributo fotografico ins. Ninni Giardina