Essepiauto

Si è svolta il 24 maggio 2019 la “Terza giornata della legalità”, organizzata dalla scuola “Ruggero Settimo” di Castelvetrano, divenuta ormai un importante appuntamento per tutti coloro che credono nell’educazione alla legalità e si impegnano nell’applicarla al vivere quotidiano.

Presenti alla manifestazione il dott. Enzo Alfano, Sindaco di Castelvetrano e le autorità militari e religiose della città. Un clima gioioso e festoso da parte dei presenti ha accolto l’intonazione dell’inno di Mameli, preceduto da una parata militare, simbolo dell’impegno degli eroi del quotidiano per la nostra sicurezza.

Al neo Sindaco di Castelvetrano, Enzo Alfano, sono state rivolte alcune domande, da parte degli alunni della scuola che fanno parte della redazione dei “Giornalisti in erba”. Il Sindaco ha spiegato come affronterà alcuni problemi della comunità castelvetranese e, nel corso dell’intervista, è emersa la sua genuinità come uomo, qualità necessaria per affrontare al meglio il suo ruolo istituzionale.

L’evento, coordinato dall’insegnante Carmela Valenti, ha visto l’esposizione dei vari lavori da parte dei protagonisti, gli alunni, che durante l’anno scolastico, guidati dalle loro maestre, hanno seguito diversi percorsi sul tema della legalità, percorsi fatti di diritti e doveri, di rispetto delle regole, di lettura attenta della Carta Costituzionale, di senso di appartenenza alla comunità e al territorio.
Le varie declinazioni di significato del termine legalità sono state ben rappresentate utilizzando i diversi canali comunicativi che gli alunni hanno sperimentato all’interno delle attività laboratoriali : dal linguaggio grafico pittorico a quello del corpo e della danza, da quello del canto e della musica a quello verbale e mimico gestuale della recitazione.

La Dirigente Scolastica, Prof. Maria Luisa Simanella, che ha fortemente voluto questa giornata, ha espresso parole di apprezzamento nei confronti degli alunni e dei docenti coinvolti, sottolineando come tutto ciò concorra proprio nel creare una “buona scuola”, fatta non solo di buoni propositi e regole generalizzate, ma di fatti concreti, sacrificio e impegno, una scuola dove alla professionalità degli operatori scolastici si affianca la collaborazione delle famiglie, creando così quella sinergia utile agli alunni per diventare cittadini attivi e consapevoli.

La Redazione di “Giornalisti in erba” II Circolo Ruggero Settimo