Sono stati completati gli ulteriori lavori di manutenzione predisposti dall’Amministrazione comunale nei plessi scolastici “Papa Giovanni XXIII” e “San Francesco”. Si tratta di lavori aggiuntivi rispetto a quelli ordinari già svolti qualche mese addietro. Gli interventi sono stati finanziati grazie a un contributo di 50 mila euro che il Ministero dell’Interno ha assegnato il Comune per la messa in sicurezza di scuole, strade ed edifici pubblici. Si è così provveduto al rifacimento dei pilastri in cemento armato, degli intonaci, alla rimozione e ricollocazione di parte del pavimento della palestra, la sostituzione di infissi e porte interne, la fornitura e collocazione di nuovi rubinetti e la sistemazione del cancello d’ingresso della scuola media.

I lavori sono stati effettuati dalle ditte “Intesa Verde” di Trapani e dalla “Pietro Di Giovanni” di Fulgatore. «Questi ulteriori interventi – spiega l’assessore ai lavori pubblici, Gianluca Navarra – si aggiungono ai precedenti interventi di manutenzione straordinaria già eseguiti presso gli istituti dell’infanzia, primaria e secondaria; questo dimostra l’attenzione di questa Amministrazione verso il mondo dei ragazzi e della scuola». Già mesi addietro il Comune era intervenuto per impermeabilizzare il tetto della scuola media e sistemare i bagni della palestra.

«L’inserimento di Gibellina nella zona ZES (zona economica speciale) della Sicilia Occidentale oltre a favorire la crescita e l’import/export delle attività presenti nella zona artigianale, sarà un’opportunità per chi vorrà investire nel nostro territorio». Lo ribadisce il sindaco Salvatore Sutera dopo avere avuto conferma che il Comune è stato inserito nella ZES della Sicilia Occidentale. L’ente ha trasmesso l’istanza alla Regione nel settembre 2019, dopo l’avviso pubblicato ad agosto. L’area artigianale di Gibellina si trova in una posizione strategica: è vicina lo svincolo dell’autostrada A29 Palermo-Mazara del Vallo, è servita dalla stazione ferroviaria e, per le caratteristiche logistiche, si presta facilmente per la movimentazione con grossi mezzi gommati.

«Sarà una grande occasione per incentivare gli investimenti – ha ribadito ancora il sindaco Sutera – questo attraverso il credito d’imposta, gli sgravi fiscali, le agevolazioni sul lavoro e gli ammortamenti».