Ci sono dei momenti in cui trovare le parole per salutare un grande amico nel momento della sua dipartita diventa difficile. E’ un momento in cui le parole fanno fatica a venir fuori… rischiano di suonare vuote e persino dannose perché nascondono l’insidia di un enfasi eccessiva o, peggio, della retorica.  Gianni Pompeo se n’è andato lasciando un vuoto profondo nella comunità Castelvetranese.

Gianni merita la gratitudine della nostra Città perché nella vita, nella professione di medico, in politica ha sempre preferito il fare, la volontà di lasciare qualcosa di tangibile dopo di lui.
Ricordare Gianni Pompeo, da parte nostra è dunque un dovere di riconoscenza, che va oltre le formalità e le circostanze, assumendo i caratteri di quella pietas che la nostra civiltà coltiva, nutre e tramanda.
Castelvetrano è in lutto e tutti noi ci sentiamo più orfani e più poveri.
Alla sua famiglia e a tutti coloro che gli hanno voluto bene giunga il nostro cordoglio e la totale gratitudine per ciò che Gianni ha rappresentano nel nostro territorio.

Il Coordinamento di Castelvetrano Avvenire