arresti autostrade sicilia

Il Cas finalmente! Ringrazio la Dia e la magistratura per la brillante operazione e faccio un appello: non sia la conclusione di una indagine ma l’avvio di una ricerca dettagliata su malaffare, corruzione, sui rapporti con la mafia e sul sistema di potere messinese e regionale.

Lo dice all’ANSA il governatore della Sicilia, Rosario Crocetta, commentando gli arresti di funzionari del Consorzio autostrade siciliane (Cas) e di imprenditori nell’ambito di una inchiesta della Dia di Messina.

Si osservino ad esempio alcune consulenze milionarie – aggiunge Crocetta – le parcelle pagate a professionisti e ci si chieda anche quali intrecci abbiano tali affari con la politica. Noi siamo qui: il governo della Regione e il nuovo Consiglio di amministrazione del Cas sono a disposizione dei magistrati per contribuire all’accertamento della verità

“Su alcuni nomi di funzionari del Cas avevo fatto pubblici comizi, della serie io so ma non ho le prove. Ho presentato Letterio Frisone (tra gli arrestati) come l’esempio di burocrate che avremmo voluto licenziare, ma purtroppo le leggi attuali non lo consentono”. Cosi il governatore della Sicilia, Rosario Crocetta, a proposito dell’operazione della Dia di Messina che ha portato all’arresto di imprenditori e dipendenti del Consorzio autostrade siciliane.

fonte. ANSA