ASCOLTA L'ARTICOLO

Amareggiato ma, allo stesso tempo, inondato da tanti messaggi di vicinanza, anche da tanti clienti del Nord che hanno saputo del furto di vino. Dino Taschetta da 25 anni guida la cantina “Colomba Bianca”, una realtà presente nella provincia di Trapani con sei stabilimenti tra Mazara del Vallo, Salemi e Campobello di Mazara. Due notti fa presso la cantina di Campobello è stato commesso un furto di 1.000 bottiglie di vino, tra le cui etichette compare “Quarantanni”, il rosso Doc Riserva della cantina. Il “colpo” è il terzo messo a segno nello stabilimento di Campobello di Mazara da quando la “Colomba Bianca” ha comprato l’ex cantina “La Vite”. «Quanto messo a segno è un danno nei confronti di quanti lavorano affinché quel vino venga venduto e apprezzato dai consumatori come riconoscimento del faticoso lavoro degli agricoltori e poi dei nostri uomini – spiega il Presidente – questo furto mi lascia l’amaro in bocca». Taschetta si è detto pronto a vendere lo stabilimento di Campobello di Mazara, «territorio nel quale ci stiamo sentendo soli», ha concluso.

 

AUTORE.