Essepiauto

Quando si rende necessario l’acquisto di una nuova auto esiste la possibilità di mantenere in vigore la stessa polizza assicurativa vigente sulla vecchia auto, vediamo come si può fare.



Una volta che abbiamo acquistato un auto nuova, rivolgendosi alla propria compagnia assicurativa, è possibile con pochi passaggi mantenere la medesima polizza e usufruire quindi degli stessi vantaggi tariffari di premio. Occorrerà semplicemente e preventivamente vendere la vecchia auto o rottamarla in modo da detenere la documentazione che servirà al proprio assicuratore. La vendita o la rottamazione della prima auto si rende necessaria, se il veicolo rimane di proprietà del contraente o assicurato sarà obbligatorio stipulare una nuova polizza assicurativa che identifica il secondo veicolo. Acquistata la nuova auto e venduta la vecchia si dovranno esibire i documenti che attestano le rispettive operazioni e sarà subito possibile effettuare il passaggio di assicurazione con il pagamento di un’eventuale aggiunta di premio a seconda delle caratteristiche del nuovo veicolo, oppure un rimborso. Gli altri casi oltre la vendita e la rottamazione in cui è possibile effettuare il cambio di assicurazione sono l’atto di conto vendita, il caso in cui il veicolo sia stato rubato o esportato all’estero o ancora il possesso di un atto che certifica la cessazione di circolazione del veicolo.

Indispensabile requisito per svolgere questo passaggio è che l’auto vecchia e la nuova siano intestate al medesimo proprietario. Una volta che la polizza sarà aggiornata e associata alla nuova targa sarà possibile aggiungere o togliere garanzie accessorie assicurative a seconda delle esigenze, infatti se l’auto è di prima o recente immatricolazione il proprietario potrà inserire garanzie come il furto, l’incendio, gli atti vandalici e i cristalli in modo da proteggere ulteriormente l’oggetto del suo acquisto. E’ bene ricordare inoltre che il passaggio di assicurazione per un cambio veicolo non può avvenire ad esempio tra un’autovettura e un autocarro in quanto sono previste diverse tipologie di attestazioni distinte per le due classi di veicoli.



Gli altri casi di cambio dell’auto


Se si vuole acquistare un’auto ma non intestarla allo stesso proprietario della vecchia in questo caso la procedura sarà diversa in quanto qui è necessario stipulare una polizza assicurativa ex novo informandosi su quali sono le più economiche. Se un padre vuole stipulare la polizza del veicolo nuovo a favore di un figlio inoltre è possibile usufruire della conosciuta Legge Bersani e di una polizza nuova che consente al titolare del nuovo veicolo se è incluso nello stato di famiglia del vecchio proprietario, di acquisire la sua classe di merito agevolandolo con una tariffa di premio molto più conveniente. Infatti con questa procedura un neopatentato che parte dall’ultima classe di merito stabilita per legge, dovrebbe sopportare il pagamento di un premio alto; questo metodo consente di partire da una classe di merito agevolata in base all’attestazione presa ad oggetto e l’applicazione di un premio decisamente minore. In questo caso il vecchio proprietario può usufruire di un’auto nuova all’interno del nucleo familiare senza dover vendere o rottamare la prima e permettendo inoltre ad un familiare come il caso di un figlio di iniziare ad avere un proprio attestato di rischio e una posizione assicurativa. In ogni caso l’importante è avere sempre un consulente assicurativo di fiducia che sappia consigliare caso per caso ogni soluzione in questo settore, conoscere infatti tutte le possibili soluzioni di risparmio in caso dell’assicurazione di un veicolo e specialmente se sono presenti più auto nello stesso nucleo familiare, può aiutare a risparmiare tempo e somme considerevoli.