«Signore Gesù, come si fa a non essere turbati di fronte a tanta ferocia disumana? Come si fa a non essere turbati di fronte a un massacro assolutamente immotivato, quali che possano essere stati gli impulsi che hanno scatenato una violenza fredda e inaudita? Come si fa a non essere turbati di fronte all’assassinio di una persona sola e indifesa, vittima di un disegno perverso, orchestrato sotto l’influsso del diavolo, ispiratore di tutto il male che nasce nel cuore umano, traviato dal peccato?». Questo è uno dei passaggi dell’Omelia del Vescovo monsignor Domenico Mogavero per i funerali di Nicoletta Indelicato, celebrati oggi pomeriggio in chiesa madre a Marsala, gremita di amici e gente comune.

«Illuminati e confortati dalla parola che è via di verità e di vita, raccomandiamo alla misericordia di Dio l’anima della nostra sorella Nicoletta affinché, purificata dalla violenza della morte, possa godere la visione beata della santa Trinità»ha detto ancora il Vescovo: «Affidiamo alla Santa Madre di Dio, nella solennità dell’annunciazione, i familiari angosciati e ancora increduli, affinchè con la sua materna intercessione dia pace e conforto al loro immenso dolore, nel ricordo del grande amore che hanno donato alla loro carissima Nicoletta».

LEGGI QUI IL TESTO COMPLETO DELL’OMELIA