Essepiauto

Mercoledì 3 ottobre 2018, alle ore 10:30, la Chiesa Cappuccini di Castelvetrano ha accolto i bambini di 5 anni frequentanti la Scuola dell’Infanzia e tutti gli alunni della Scuola Primaria del plesso “Dante Alighieri” del II Circolo Didattico “Ruggero Settimo”.

Un gioioso e coinvolgente corteo di “fraticelli”, ciascuno con il proprio saio amorevolmente realizzato con carta crespa e cordone bianco, ha illuminato e scaldato la navata centrale della chiesa , come un “raggio di sole”: queste le parole utilizzate da frate Giuseppe nel descrivere l’emozione suscitata dall’arrivo dei bambini. La chiesa si è animata di canti e poesie corredati da lavori di cartellonistica che hanno messo in luce la straordinaria storia di questo “personaggio”, il cui esempio di vita rappresenta ancora oggi un importante punto di riferimento etico, spirituale, umano.

Tutti i bambini della scuola Dante Alighieri, dai più grandi fino ai piccoli delle tre sezioni della Scuola dell’Infanzia, hanno con interesse conversato e riflettuto sul valore della semplicità, dell’umiltà, della fratellanza, della condivisione, dell’amore e del rispetto nei confronti di tutte le creature , così come ci ha insegnato il “poverello” di Assisi.

E come non far riferimento anche a Papa Francesco? Un canto è stato dedicato al Sommo Pontefice che, proprio come “Francesco”, ci insegna a vivere con amore nella fratellanza e nella condivisione.
Grandi apprezzamenti per il lavoro svolto sono stati espressi dal Dirigente Scolastico, prof.ssa Maria Luisa Simanella, durante il suo intervento a conclusione della manifestazione nel quale ha invitato i bambini a fare propri e attuare nella vita di tutti i giorni, a scuola, in famiglia e nelle relazioni con gli altri, i messaggi che sono stati trasmessi dai canti e da quanto espresso in poesia, sottolineando che “amore” è anche “rispetto” per le cose e le persone che ci stanno accanto.

Alida Barresi
Docente Responsabile del Plesso “Dante Alighieri”