“La Fraternità è la mia famiglia spirituale e ad essa dedicherò i miei sforzi, contando sull’aiuto e il sostegno di tutti”.

Con queste parole ieri sera l’avv. Valeria Firenze ha concluso il suo primo discorso da moderatrice generale della Fraternità Cattolica Betlemme di Èfrata, pronunciato nell’aula della Casa Generale di Santa Veneranda di Mazara del Vallo, dopo l’elezione effettuata dal Consiglio al termine dei lavori assembleari.

Accanto alla nuova moderatrice, sono stati designati i componenti del nuovo Consiglio: l’avv. Elisabetta Minuto, la professoressa Francesca Gancitano, il dott. Antonino Bertolino (Direttore Diocesano Migrantes) e Don Vincenzo Aloisi che collaboreranno insieme ai membri dell’ Assemblea generale e la Consulta degli anziani.

L’avv. Firenze succede a Don Vincenzo Aloisi fondatore e primo a ricoprire questo incarico nella Fraternità.

Il passaggio di consegne tra i due si è svolto in un clima di grande commozione alla presenza di don Leo Di Simone, dell’Assistente spirituale don Giacomo Putaggio e del Vice cancelliere prof.Antonio Ingoglia.

La nuova Moderatrice, insieme ad alcuni componenti della Fraternità del cenobio di Roma , Marsala, Santa Ninfa, Mazara del Vallo e Castelvetrano, oggi hanno fatto visita al Vescovo per ufficializzare i nuovi incarichi, ricevere la sua benedizione e scambiarsi gli auguri di Natale.

Valeria Firenze, sposata con Antonino Ditta, madre di due figli, Daniele ed Alessandro, in Fraternità ha svolto il servizio del Ministero della Musica e del Canto dal 2012 ad oggi.

Ha rappresentato il Movimento “Gesù Giovane” della Fraternità di Betlemme nella Consulta di Pastorale Giovanile Diocesana e da circa 4 anni è membro del Consiglio Generale con l’incarico della Formazione al Discepolato e al Noviziato.

Presso la Cappellania della Casa Circondariale di Castelvetrano svolge il servizio di Animazione liturgica e catechetica.

Ha condotto, insieme con suo marito, dei corsi in preparazione al Matrimonio e corsi di formazione per le famiglie, sulla relazione genitoriale e di coppia, svoltisi in diverse Comunità parrocchiali.

Cos’è la Fraternità Betlemme di Èfrata?

La Fraternità Cattolica di Alleanza
Betlemme di Èfrata
È una delle nuove forme di vita comunitaria che sono nate nella Chiesa post Conciliare chiamate Comunità di Alleanza e appartiene alla grande famiglia del Movimento Carismatico Cattolico o più precisamente a quella «Corrente di Grazia nella Chiesa e per la Chiesa», chiamato da Papa Francesco, CHARIS.

La Fraternità Betlemme di Èfrata è una associazione privata di fedeli, eretta ai sensi del canone 322 e seguenti del vigente Codice di Diritto Canonico e approvata da parte dell’Ordinario Diocesano (Sua Ecc. Mons. Domenico Mogavero – Vescovo di Mazara)
I .membri della Fraternità, insieme e singolarmente hanno la chiamata a diventare sempre più una ‘Betlemme’, che tradotto dall’ebraico significa, ‘Casa del Pane’.
Questo nome infatti è essenzialmente per noi una chiamata a farci ‘Pane’ e ‘Casa’, vissuti in tutte le loro declinazioni: bibliche, sacramentali, ecclesiologiche, spirituali, simboliche, esistenziali e materiali, per tutti.
Da ciò deriva la comprensione profonda per una specifica vocazione, indicata alla nostra Fraternità, di custodire soprattutto i due tesori più preziosi che ha la Chiesa, che sono:
l’Eucarestia e i Poveri.