Chiude, dopo oltre 40 anni di attività , lo studio fotografico, Franco Stella . La prestigiosa sede operativa del maestro Stella, di via Bonsignore a due passi del sistema delle piazze, non ci sarà più. Un altro “pezzo” della storia commerciale del centro di Castelvetrano che scompare. Gli eredi di Franco Stella a 10 anni dalla sua morte hannno deciso di non continuare. Un’altra icona della zona storica considerata un tempo, il salotto della città .

franco stella castelvetrano

L’attività fu avviata dallo stesso Franco Stella, negli anni 70. erano tempi di espansione economica. Franco,fece scuola a tanti giovani. Coinvolgendo nell’arte fotografica,anche alcuni suoi fratelli. Uno di loro, Riccardo, continua l’attività in un’altra zona di Castelvetrano .

Ma la “cantunera” storica della fotografia di Castelvetrano, a 10 anni dalla morte di Franco, non ci sarà piu. Adesso, in quell’angolo e in quelle vetrine, tanto osservate dai castelvetranesi per molti anni, ci aprirà una finanziaria .Un segnale tangibile della crisi, e della crisi delle attività storiche di Castelvetrano .

Franco Stella, riconosciuto maestro di fotografia,diede il via all’ attività, ancora giovane. Fu iniziato dallo zio ,Pippo Stella. Erano gli anni del boom economico. Anni di ricostruzione economica e sociale. Oltre a fotografare alla sua maniera, Castelvetrano e Selinunte, Stella fu testimone fotografico di migliaia di matrimoni e di eventi mondani del territorio. Farsi fotografare da Franco,era una moda. Quando ci si sposava ,essere messi in mostra nelle vetrine del fotografo Stella, era qualcosa di straordinario. Una sorta di Facebook del tempo. Un punto di riferimento per tanti appassionati di fotografia.

Ma Franco era anche un amico per tanti frequentatori “di lu chianu”. Fu autore di numerose mostre.Adesso, i riflettori calano pure su quest’attività. Un’altra chiusura che si va ad aggiungere ad altre avvenute negli ultimi anni. Chiusure di negozi che hanno segnato il tempo di varie generazioni, di Castelvetrano e dell’intera valle del belice. Dopo Rosolia altro marchio di alta moda, che per decenni fu punto di riferimento per le grandi firme , Granata, Passalacqua, Inzirillo, Liotta e Signorelli, scompare un altro brand storico del commercio autoctono castelvetranese.

Una crisi che parte da lontano e che sta conoscendo il suo culmine in questi mesi. Di certo la crisi o il problema delle auto nelle piazze non possono cancellare la storia di questi luoghi che hanno regalato alla comunità castelvetranese pagine di storia. Chi ha superato i cinquant’anni si ricorderà quanta “vita” c’era in quelle vie di Castelvetrano.