Questo articolo nasce dopo aver constatato la crescente esigenza, da parte del cittadino medio, di avere un servizio migliore riguardo le ordinazioni di pietanze come pizze, dolci o piatti più complessi, tramite internet. Molti consumatori sono a conoscenza di servizi come Just Eat, Glovo e Deliveroo, ma in opposizione, tanti esercenti ancora mancano nella loro implementazione ed utilizzo.

Qui il problema che si viene a creare non e’ tanto la non conoscenza di questi canali, ma la loro mancata implementazione da parte degli esercenti, i quali per timore o spraticità, non forniscono questi servizi ignorando possibili vantaggi.

“Più sono gli esercenti che aderiscono e più aumenta il possibile guadagno collettivo”

Il Food Delivery, ovvero la consegna a domicilio di pietanze e bevande da parte dei ristoranti, pizzerie o pasticcerie, è un servizio ormai noto ed utilizzato da moltissimi esercenti nel settore.

Ma non tutti sanno che anche questo servizio, con l’ondata di digitalizzazione avvenuta nel decennio scorso, ha subíto un radicale cambiamento sconvolgendo quello che era il classico “servizio a domicilio”.

Ormai la maggioranza degli utenti che possiedono uno smartphone, lo usano per qualsiasi cosa, anche per le ordinazioni di pietanze. Quindi perché non dargli la possibilità di consultare il vostro menu’ e ordinare comodamente da casa?

Il Food Delivery

Parlando di Food Delivery dobbiamo però fare una giusta distinzione tra “intermediari” come ad esempio Just Eat, e compagnie di consegna a domicilio” come lo sono Deliveroo e Glovo.

 Stando a recenti statistiche riguardo il Food Delivery vediamo che:

 “Secondo quanto riportato dall’Osservatorio eCommerce B2c del Politecnico di Milano e di Netcomm, nel 2019 è il primo comparto del mercato online con un fatturato di 566 milioni di euro. Cifra che dimostra una passione sempre più crescente tra gli italiani, tant’è che il food delivery rispetto allo scorso anno ha fatto registrare un incremento di oltre il 50%, esattamente il 56%.

 La prima categoria (Es. Just Eat) svolge un ruolo di intermediario tra ristorante, che già possiede un servizio a domicilio, e cliente tramite l’App iOSAndroid o Sito Web. Ciò facilita la ricerca da parte del consumatore di pietanze e bevande da un lato, ed aumenta l’esposizione dell’esercente dall’altro.

La seconda categoria (Es. Glovo e Deliveroo) si occupa solamente di consegna delle pietanze, le quali possono essere ordinate presso qualsiasi ristorante aderente che non dispone di un servizio a domicilio proprio. Questa esternalizzazione comporta il beneficio per gli esercenti di non incaricarsi della responsabilità legata alla consegna del prodotto finale, ed inoltre garantisce efficienza e professionalità.

Un altro beneficio di cui le aziende potrebbero godere aderendo a tali servizi è la visibilità. Infatti su questo tipo di applicazioni vengono mostrati tutti i ristoranti, bar o locali che vi aderiscono, con tanto di recensioni riguardanti pietanze e prodotti offerti, tempistiche di preparazione, di consegna e molto altro ancora.

Cosa devono fare gli esercenti che vogliono aderire?

 Come prima cosa è necessario recarsi al sito Internet relativo al servizio desiderato, oppure potete procedere mediante l’App mobile.

In fase di registrazione l’esercente deve indicare innanzitutto la località in cui si trova il ristorante, pizzeria, ecc. con indirizzo e numero civico.

Come seconda cosa è necessario caricare, sempre sulla piattaforma, un proprio menù. Ad esempio se sono una pizzeria mi occuperò di inserire tutte le pizze che offro (Margherita, Diavola, Americana, Pizza della casa, Specialità mare, ecc…) e per ogni elemento caricato indico un prezzo. E’ possibile inserire anche le bevande, i dolci e pietanze particolari.

E se voglio aderire ai servizi di consegna a domicilio?

Riguardo i servizi come Glovo e Deliveroo entra in gioco una nuova figura professionale: il Rider, ovvero colui che si occupa di consegnare il prodotto al cliente per conto dell’esercente.

Ad esempio nel caso di Glovo i requisiti sono:

“Per diventare Glover occorre essere maggiorenni e possedere un veicolo proprio, ovvero moto, bicicletta o automobile. Bisogna anche essere in possesso di un iPhone o un dispositivo Android. Per il resto non si richiedono particolari requisiti, eccetto doti quali cordialità, efficienza e solarità.”

Ma i Riders sono tutelati dalla Legge Italiana?

 Si, proprio di recente c’è stata una discussione riguardante la tematica all’interno del nostro organo politico dove appunto è stata emessa una sentenza a favore della tutela dei diritti dei Riders, QUI trovate una fonte esterna che descrive meglio la situazione. Ad ogni modo si tratta di figure pagate regolarmente e con contratto regolare.

Vantaggi per i Partner di Just Eat

 Un fatturato extra per il proprio locale, alta visibilità e far parte di un circuito dove ogni giorno migliaia di persone si collegano per ordinare cibo. Just Eat organizza inoltre continue campagne social, spot tv e radio per l’acquisizione di sempre più e diversi clienti, fornendo un consulente dedicato, dispositivo stampa ordini, un menu online sempre aggiornato e recensioni garantite da clienti che hanno davvero ordinato e provato il cibo del locale.

 Trovarsi all’interno di piattaforme come Just Eat significa essere visibili 24/24 7/7 dagli utenti che si trovano nella tua zona di interesse, utenti che magari non hanno il tuo numero di telefono o che magari trovano, in quel momento, la linea occupata e quindi non possono chiamare in loco per effettuare un ordine.

Inoltre si entrerebbe in contatto con quelli che sono gli utenti non abituali ad esempio un turista che si trova per caso nella città o paese in questione; se esso vuole effettuare un’ordinazione da casa la prima cosa che fa, oggi nel 2020, è usare una di queste applicazioni e vedere dove può ordinare ciò che desidera.

Tutto ciò inoltre elimina le barriere linguistiche che possono verificarsi per i possibili turisti, in quanto usare l’App ti permette in tranquillita’ di visionare le pietanze, tradurre se necessario, e ordinare ciò che si desidera, senza dover chiamare e parlare in una lingua che non conosci.

“Non costa nulla aderire, quindi perché non approfittarne?”

Just Eat non richiede nessun pagamento mensile, l’unica cosa che ti chiede e’ una percentuale variabile che si aggira intorno al 10% sugli ordini effettuati tramite l’applicazione.

Vantaggi per i Partner di Deliveroo e Glovo

Se non disponi di un servizio di consegna e non vuoi rischiare di assumere un fattorino per via di una propria incertezza, puoi sfruttare realtà come Deliveroo e Glovo, le quali forniscono un servizio di consegna a domicilio con i propri Riders. Ciò permette di svincolarsi dalla responsabilità di avere un fattorino proprio, avendo allo stesso tempo un servizio di consegna a domicilio.

Food Delivery in Sicilia

In Sicilia abbiamo tantissime città attive, le più performanti sono chiaramente le grandi città e le città universitarie: Palermo, Catania, Messina, Siracusa, queste le realtà con un’offerta vasta in termini di numero di locali ma anche di tipi di cucine ( pizza, hamburger, sushi, pokè, gelato). Alcune realtà seppur piccole sorprendono per la grande domanda, tra queste abbiamo Caltanissetta, Canicattì, Gela.

Rubrica “Belice Digital Week”

di Francesco Passanante e Marco Di Maio