Ritorna in Provincia di Trapani la quattro giorni dedicata al Florovivaismo. A partire da domani e fino all’8 novembre Florovivaismo Marsala ed il suo hinterland diventerà così la capitale internazionale delle produzioni florovivaistiche.

A Marsala il 6 novembre in particolare saranno presenti operatori commerciali e produttori provenienti dalla Tunisia, dal Libano, Cipro, Grecia, Emirati Arabi, Giordania ed ancora Germania, Romania, Ucraina e Montenegro. La presenza di buyer stranieri servirà non solo come scambio di idee, ma anche come momento di apertura verso nuovi mercati. Ed è questa la forza della quattro giorni dedicata al “florovivaismo”, riuscire a far confluire in questo territorio circoscritto tra Marsala e Petrosino, operatori che lavorano in altri Stati, con diverse situazioni climatiche, con altre metodologie di interventi.

Insomma imprenditori con i quali si potrà non solo scambiare idee ma anche iniziare a far conoscere i nostri prodotti. Due le giornate dedicate specificatamente al settore con incontri e convegni, mercoledì 5 novembre con inizio alle 16,30 e giovedì 6 novembre con inizio alle 18,00 presso il Delfino Beach Hotel sul lungomare Mediterraneo a Marsala. Insieme si confronteranno produttori e ricercatori di tutta la penisola.


Due gli argomenti in discussione: “I risultati applicativi del progetto PROFLOMER ovvero la valorizzazione delle produzioni florovivaistiche del meridione” e “le prospettive del Florovivaismo mediterraneo”. Anche l’odierna edizione, è organizzata dalla Confederazione Italiana Agricoltori di Marsala, dall’E.S.A. (Ente di Sviluppo Agricolo della Regione Sicilia), e si avvale della collaborazione dell’Assessorato Regionale Agricoltura e Foreste, Coldiretti, Unione Agricoltori di Marsala, SOI (Società Orticola Italiana), il C.R.A. (l’Istituto Sperimentale per la Floricoltura sez. di Palermo), l’Università di Palermo, i Mercati “Florabella” e il “Contadino” con il Patrocinio del Comune di Marsala.