Il Rotary E-Club Distretto 2110, di concerto con l’Amministrazione del Comune di Castelvetrano, ha collocato oggi pomeriggio il Flavofish sulla pedana lignea a Marinella di Selinunte. L’installazione del pesce mangia-plastica è avvenuta in occasione della Giornata dell’azione mondiale EndPlasticSoup, evento di sensibilizzazione ambientale volto alla riduzione totale delle plastiche.

Il progetto per la realizzazione e collocazione del Flavofish rientra tra le attività che l’E-Club Distretto 2110 ha attivato per l’anno rotariano 2019/2020. Si tratta di una struttura metallica avente forma di pesce con funzione di contenitore della raccolta differenziata per la plastica. Tale attività si inserisce, inoltre, in un progetto di rilevanza internazionale denominato END PLASTIC SOUP. L’iniziativa è stata accolta positivamente dall’amministrazione comunale di Castelvetrano e si sta valutando l’idea di realizzarne un altro a forma di sardina, simbolo di un’ eccellenza del nostro territorio.

Tale configurazione formale, ha una duplice valenza:
– una prima funzionale, che mira a svolgere il ruolo di grande contenitore per la raccolta differenziata;
– una seconda educativa-associativa che, attraverso l’immagine del pesce pieno di plastica, dia spunti di riflessione sul tema dell’inquinamento dovuto ai materiali plastici e al conseguente ingresso nella catena alimentare.

La volontà dell’E-Club Distretto 2110, grazie all’impegno dei Soci distribuiti su tutto il territorio siciliano, (4 dei quali sono originari di Castelvetrano: Giuseppe Bua, Eva De Luca, Vincenzo Di Stefano, Alberto Firenze) è quella di installare il Flavofish in prossimità di stazioni balneari o in punti nevralgici per il turismo e/o molto frequentati.

Il progetto prevede infatti l’installazione di 3 Flavofish, uno su ognuna delle tre coste siciliane, una prima installazione si è già realizzata a Cefalù, in collaborazione con il Rotary club di Cefalù, la seconda è a Catania, come supporto al progetto distrettuale “Plastic Free Water” dei Rotary Club dell’area etnea, il terzo è stato installato proprio oggi a Marinella di Selinunte.