ASCOLTA L'ARTICOLO
Una nuova truffa, perpetrata a danno degli utenti di telefonia mobile, si sta diffondendo negli ultimi giorni. Spacciandosi per operatori Vodafone, i truffatori propongono ai consumatori offerte che effettivamente esistono, ma che non vengono realmente attivate. Dopo aver accettato l’offerta, l’utente truffato riceve un’e-mail da parte di vodafonesrl@gmail.com (indirizzo falso e non ufficiale) in cui vengono elencati tutti i dettagli dell’offerta a cui si è scelto di aderire e un contratto con le condizioni generali. Successivamente, il truffato riceve su WhatsApp un messaggio per concludere la pratica, al quale rispondere inviando un documento di identità ed eventualmente un codice IBAN per attivare la ricarica automatica tramite domiciliazione su conto corrente. L’ultimo step della truffa prevede la comunicazione di un indirizzo per poter ricevere a casa la SIM da utilizzare per l’attivazione dell’offerta, da pagare in contrassegno alla ricezione e dal costo pari a € 20,00.
La SIM in questione arriva davvero, ben confezionata, ma priva di un numero di pratica associato, ma soprattutto non valida e inattiva. Chiamare il centro assistenza Vodafone per sollecitarne l’attivazione non servirà a nulla, dal momento che a Vodafone non risulterà nessuna variazione di offerta o richiesta di portabilità in corso. Purtroppo basta un attimo di leggerezza e superficialità e si casca facilmente nei tranelli orditi da società sempre più attente a risultare credibili. Per questo si raccomanda sempre la massima attenzione al fine di evitare spiacevoli inconvenienti.
AUTORE.