efebo museo castelvetrano

Il Sindaco della città di Castelvetrano Selinunte , Avv. Felice Errante, rende noto che l’Amministrazione beneficerà di un finanziamento da oltre 200mila euro nell’ambito del piano “Giovani per la valorizzazione dei beni pubblici” disposto dalla Presidenza del Consiglio dei Ministri- Dipartimento della Gioventù e del Servizio Civile Nazionale.

Il progetto prevede la valorizzazione ed il potenziamento della fruizione della sala multimediale del Museo Civico, con una messa a sistema delle testimonianze della cultura selinuntina, tra l’area archeologica e l’architettura storica di Castelvetrano ed è destinato a 70 studenti di età compresa tra i 15 ed 19 anni delle scuole superiori castelvetranesi e 15 giovani ipovedenti.

Gli obiettivi specifici prevedono di mettere a sistema i beni dell’architettura classica con le emergenze storico-architettoniche del territorio di Castelvetrano, la fruibilità e l’accessibilità ai diversamente abili, l’accrescimento delle competenze, delle conoscenze e della visibilità dei giovani studenti, che possono così diventare attori e protagonisti del territorio, il miglioramento del servizio di accoglienza e di orientamento della popolazione locale e dei turisti, il potenziamento e la specializzazione dell’offerta dei servizi della sala multimediale del museo, affinché diventi luogo di sosta ed aggregazione, nonché punto di riferimento per iniziative culturali.

Il progetto sarà realizzato in partnership con l’Associazione Officina Tour Project, e l’associazione St.Ar.S. storia ed architettura in Sicilia di Palermo. L’architetto Giuseppe Salluzzo, che è uno dei referenti del progetto spiega i passaggi più importanti:

Tra le finalità più importanti del progetto quella di realizzare dei laboratori didattici che consentiranno la realizzazione di modelli in 3d architettonici in legno in scala dei principali monumenti del territorio, per stimolare le sensazioni percettive durante le esplorazioni tattili ricreando sensazioni ambientali realistiche per i non vedenti- continua Salluzzo- ed ancora modelli digitali in 3d, con la cosiddetta realtà aumentata, che saranno visibili su smartphone e tablet, dei templi di Selinunte e di altri importanti monumenti cittadini così da poterne visualizzare le parti perdute e le eventuali ipotesi di ricostruzione.

Il Sindaco aggiunge:

Il progetto che avrà una durata di 24 mesi, come da finanziamento, ma che poi continuerà nel tempo con un autofinanziamento, siamo sicuri che avrà un impatto positivo importante per i flussi turistici del nostro territorio che potranno beneficiare di un ulteriore arricchimento dell’offerta grazie a questo particolare museo dedicato ai non vedenti che potranno percepire la ricchezza e la particolarità delle nostre emergenze archeologiche ed architettoniche- continua Errante- ed i nostri giovani, una volta acquisite le competenze specifiche potranno diventare delle preziose risorse per il territorio e potranno anche essere inseriti in futuri gruppi di lavoro, volti alla valorizzazione dei Beni Culturali.