Dalla mezzanotte del 24 marzo u.s., il Comune di Salemi è stato dichiarato Zona Rossa a seguito dell’alto numero di contagi da Covid-19 che si sono registrati nel giro di pochi giorni e che, ad oggi, ha superato le venti unità.

Una misura straordinaria in vigore fino al prossimo 15 aprile, a seguito delle indicazioni medico scientifiche e necessaria per arginare la diffusione del virus, a tutela dei cittadini del Comune di Salemi che conta circa 10.000 abitanti.

Per garantire il rispetto delle norme e dell’ordinanza regionale, i Carabinieri della Stazione di Salemi, con il supporto di personale della Compagnia di Mazara del Vallo e unitamente alle altre forze di polizia, stanno vigilando h24 il perimetro del territorio comunale con dei varchi appositamente creati, utili per il controllo delle autodichiarazioni prodotte dai cittadini.
Infatti, non può entrare ed uscire nessuno dal comune interessato tranne le eccezioni previste dall’Ordinanza della Ragione Sicilia n. 11 del 25.03.2020.

Al fine di fronteggiare al meglio la presente situazione a carattere di eccezionalità, la Stazione di Salemi ha rimodulato l’orario di apertura al pubblico, osservando l’orario 8:00/17:00 tutti i giorni compresi i festivi, questo per rendere agevole alla popolazione l’accesso alla caserma garantendo, nel contempo, una maggiore proiezione esterna dei servizi di pattuglia all’interno del paese, oltre al già citato servizio di presidio ai varchi.

Il recente sforzo operativo dei Carabinieri della Stazione di Salemi, guidata dal Maresciallo Maggiore Calogero Salvaggio ha prodotto i suoi risultati. Nel fine settimana appena trascorso, i militari dell’Arma hanno preso provvedimenti nei confronti del proprietario di una locale pizzeria che non aveva dato peso alle disposizioni dei recenti decreti-legge in cui sono state emanate le misure urgenti per fronteggiare l’emergenza epidemiologica da COVID 19. I Carabinieri hanno infatti accertato che una pizzeria del territorio, oltre alle consegne a domicilio, continuava a garantire il servizio di pizzeria da asporto, creando un serio pericolo per le persone che si vedevano costrette ad aspettare il proprio turno fuori di casa.

Il titolare della pizzeria è stato sanzionato ed obbligato a chiudere immediatamente l’esercizio commerciale per il quale è stata proposta la sospensione della licenza alla Prefettura di Trapani.
Nella medesima circostanza, i militari dell’Arma hanno identificato e sanzionato anche alcuni avventori che erano in attesa del proprio turno per l’acquisto di pizze.
Come ormai ogni giorno, sono tante le sanzioni comminate dai militari di tutto il Comando Provinciale di Trapani che, continuano nella vasta operazione di controllo del territorio.

Legione Carabinieri “Sicilia”
Comando Provinciale di Trapani

COMUNICATO STAMPA