Il 24 e il 26 maggio, a conclusione del progetto ministeriale “Sport di classe”, promosso dal MIUR e dal CONI, per la valorizzazione dell’educazione fisica nelle scuole primarie, si sono svolti nei locali della palestra del plesso “Luigi Capuana”, i “Giochi di fine anno”, una vera e propria “Festa dello Sport”, che ha visto impegnati tutti gli alunni di scuola primaria dell’istituto comprensivo “Capuana-Pardo”.

Il progetto anche quest’anno è stato fortemente voluto dal Dirigente scolastico Prof.ssa Anna Vania Stallone, nella consapevolezza dell’importanza che lo Sport assume nella scuola, come momento di formazione, di aggregazione e promozione della cultura della legalità attraverso la pratica del rispetto dell’altro e delle regole.

Capuana-Pardo 1

All’inizio della seconda giornata di questa magnifica festa dello Sport, l’insegnante Biagio Ciaravolo, collaboratore del Dirigente scolastico, ha dato a tutti il benvenuto e ha ringraziato, in particolare, le insegnanti che hanno permesso la realizzazione della manifestazione. Nel suo intervento, ha ribadito l’importanza dell’attività motoria nella scuola e il valore educativo dello sport e successivamente ha ceduto la parola all’assessore Matilde Mattozzi, la quale si è complimentata con i piccoli atleti e con gli organizzatori della manifestazione.

Il progetto è stato coordinato dall’insegnante referente Rosaria Muratore e dalla prof.ssa Francesca Velardo, tutor sportivo, inserita all’interno della scuola primaria come esperta, che ha supportato magistralmente le insegnanti delle diverse classi nell’attività motoria.

Capuana-Pardo 2

La manifestazione sportiva finale di queste due giornate ha concluso festosamente un’attività didattica e formativa che ha visto impegnati i vari gruppi di alunni nel corso dell’anno nella pratica sportiva, sia individuale che di squadra. C’è stato gran divertimento, i bambini hanno giocato con grinta e si sentiva il tifo acceso da parte delle varie squadre che si incoraggiavano a vicenda. Numerosi anche i genitori che hanno fatto il tifo, godendo della felicità che l’attività sportiva è in grado di regalare ai bambini.