Si è svolta ieri, lunedì 15 maggio, la Festa dell’Autonomia Siciliana presso il Teatro Politeama di Palermo. Nel corso della cerimonia, aperta al pubblico, il presidente della Regione, Rosario Crocetta, ha consegnato una medaglia d’oro di benemerenza ad alcuni figure di spicco dell’Isola.

Tra queste anche l’imprenditrice Elena Ferraro, che ha denunciato le pressioni della famiglia di Matteo Messina Denaro a Castelvetrano. Tra le altre persone che hanno ricevuto il prestigioso riconoscimento troviamo anche: il presidente del Parco dei Nebrodi Giuseppe Antoci, bersaglio di un fallito agguato di stampo mafioso, e i poliziotti che lo salvarono, il vice questore aggiunto Daniele Manganaro, e gli assistenti Sebastiano Proto, Salvatore Santostefano e Tiziano Granata; il giornalista Paolo Borrometi, oggetto più volte di intimidazioni; il direttore dell’Asp di Palermo Antonio Candela; il missionario laico Biagio Conte.

«La Sicilia di oggi è una Sicilia migliore – ha detto Crocetta – che non può rimpiangere gli anni trascorsi. I risultati di oggi sono il frutto del lavoro di un popolo in cammino che non si è mai totalmente piegato al sistema oppressivo che si è consolidato”