Ci piace raccontare di storie belle, di storie che portano dietro una vita di esperienza. Oggi come un secolo fa nasceva a Castelvetrano, Rosalia Leggio, una donna d’altri tempi. Una bambina rimasta senza genitori e cresciuta, insieme ai 2 fratelli, dagli zii materni. Una vita passata  interamente a Castelvetrano, in via Rosolino Pilo.

Rosalia vedova a 54 anni di Filippo Spanò è stata operaia in una piccola fabbrica ittica, mentre il marito era un bracciante agricolo. Dopo la morte del marito, ha portato avanti da sola la famiglia tenendola saldamente  unita e attaccata ai valori della famiglia.

4 figlie, 9 nipoti, 7 pronipoti e una pro-pronipote. Oggi è l’esempio di donna, madre, moglie nonna e bisnonna che porta avanti  la bellezza di un tempo che non tornerà mai più, di valori che oggi difficilmente vengono tramandati. Esempio di vita e forza che accompagna i suoi cari ogni giorno.

La redazione di CastelvetranoSelinunte.it ha partecipato oggi alla cerimonia di consegna di una pergamena da parte del Dott. Salvatore Caccamo e la Dott.ssa Maria Concetta Musca della Commissione Straordinaria alla guida della Città. Per nonna Rosalia, un meraviglioso compleanno circondata dalla sua famiglia e amata dai suoi cari, così come lo è stata per una vita e come noi le auguriamo ancora per anni.