Ferragosto 2020 intenso per il personale della Capitaneria di Porto di Mazara del Vallo, impegnato in soccorsi ed attività di controllo lungo il litorale dei comuni di Mazara del Vallo, Campobello di Mazara e Castelvetrano.

Nell’ambito della Operazione “Mare Sicuro 2020”, nei giorni del lungo weekend di Ferragosto, caratterizzati da un considerevole aumento dell’utenza balneare e diportistica, gli uomini e le donne della Guardia Costiera di Mazara del Vallo hanno garantito un’attenta attività di controllo, finalizzata principalmente alla prevenzione di pericoli per bagnanti e diportisti causati dal mancato rispetto delle regole sulla sicurezza balneare e sull’uso degli arenili.

L’assetto operativo dispiegato ha coinvolto complessivamente 77 uomini e donne, organizzati 12 pattuglie che, in piena sinergia con le altre forze di polizia, hanno pattugliato da terra l’intero litorale, percorrendo un totale di 680 Km.

Anche gli equipaggi dei mezzi navali dipendenti sono stati particolarmente impegnati, sia in attività di assistenza e soccorso a diportisti in difficoltà, sia in attività di vigilanza. I 24 equipaggi che si sono complessivamente alternati nel pattugliamento via mare del tratto di costa di giurisdizione hanno percorso un totale di 230 miglia nautiche allo scopo di verificare il rispetto dei limiti di navigazione e delle norme di sicurezza sul diporto nautico. Tra le unità da diporto controllate, 6 sono risultate perfettamente in regola con le disposizioni vigenti ed i rispettivi conduttori hanno ricevuto il cosiddetto “Bollino Blu”, mentre a 9 diportisti, sicuramente meno virtuosi, sono state elevate sanzioni per complessivi 2.065 Euro per il mancato rispetto delle distanze di navigazione, poiché sorpresi a navigare nella fascia di mare riservata alla balneazione, creando in tal modo un serio pericolo alla sicurezza dei bagnanti.

Solamente due le unità da diporto soccorse tra Marinella di Selinunte e Mazara del Vallo, i cui occupanti (10 persone in tutto) si sono trovati alla deriva a causa di problemi al motore. Tutti sono stati condotti a terra in sicurezza dagli uomini della Guardia Costiera.

Complessivamente le pattuglie a terra e gli equipaggi dei mezzi nautici hanno eseguito 112 controlli, anche presso le spiagge libere e gli stabilimenti balneari, garantendo la libera fruizione degli arenili e prevenendo attività rischiose per la sicurezza dei bagnanti e dei fruitori delle spiagge.

L’operazione “Mare Sicuro 2020” proseguirà fino alla metà del mese di settembre e la Guardia Costiera di Mazara del Vallo proseguirà nelle previste attività operative volte alla tutela della sicurezza in mare ed alla salvaguardia dell’ambiente marino.