Il primo cittadino ha scritto un accorato appello al Presidente Crocetta per sensibilizzarlo sulla grave situazione che coinvolge gli operai della società partecipata

Il Sindaco della città di Castelvetrano, Avv. Felice Errante, ha scritto una missiva al Presidente della Regione Siciliana, On. Rosario Crocetta, per portare alla sua attenzione la problematica dei lavoratori della società Megaservice che da qualche giorno hanno indetto una protesta inerpicandosi sul tetto del palazzo della provincia a Trapani. Di seguito il testo della lettera:

La presente per ulteriormente portare alla vostra conoscenza la drammatica situazione che stanno vivendo i lavoratori della società partecipata dalla Provincia Regionale di Trapani Megaservice, che da oltre sette mesi non percepiscono gli emolumenti dovuti e che, a causa della situazione di altissima incertezza che ne potrebbe pregiudicare la futura occupazione, da qualche giorno hanno avviato una protesta inerpicandosi sul tetto di Palazzo Riccio di Morana, sede della Provincia, per rivendicare il legittimo diritto al pagamento degli stipendi ed avere garanzie occupazionali dopo che la società è stata posta in liquidazione il 19 febbraio scorso dal Consiglio provinciale.

Da Sindaco non posso che manifestare la mia preoccupazione poiché dei 71 lavoratori, oltre un terzo sono miei concittadini che dopo aver perso il precedente lavoro, avevano trovato, all’interno della società in questione, una dignitosa occupazione che garantiva il loro sostentamento e quello dei propri familiari.

Per salvaguardare la vita di questi lavoratori che hanno minacciato anche gesti inconsulti, e per scongiurare l’allarme sociale che deriverebbe dall’ulteriore perdita di posti di lavoro, questa Amministrazione sollecita la convocazione del tavolo tecnico presso la Presidenza della Regione, che possa contribuire ad individuare una soluzione utile a salvaguardare i livelli occupazionali.

Sono certo della sensibilità che il destinatario della presente garantirà alla superiore richiesta.
Cordialità.

megaservice