Il nostro territorio, tra i più belli della Sicilia, si trova mortificato e depauperato dell’efficienza del proprio presidio sanitario, fortemente voluto dopo il terribile terremoto del ’68, con una struttura di oltre 40.000 mq, servito da un eliporto, già composto da nove unità complesse, terapia intensiva, direzione sanitaria e farmacia, oggi del tutto smembrato e vilipeso a causa di scelte incomprensibili da parte dell’Assessore Regionale Ruggero Razza.

Non possiamo e non vogliamo restare inermi, ma intendiamo fortemente e pubblicamente schierarci dalla parte della nostra comunità e di tutte quelle realtà associative, in primis il Comitato Orgoglio Castelvetranese, che da tempo lavorano e si impegnano per la tutela del sacrosanto diritto alla salute che dovrebbe esser garantito ad ogni cittadino. Già da tempo questo partito a Castelvetrano si è schierato per la tutela dell’ospedale, sottoscrivendo, tramite il proprio Consigliere Comunale Angelina Abrignani, il documento unico redatto dall’intero Consiglio Comunale e partecipando attivamente ai diversi incontri tenutisi alla presenza anche dei Consigli Comunali dei Comuni della Valle del Belice e dei Sindaci. Da tempo è stata avviata una proficua interlocuzione con il Presidente del Comitato Orgoglio Castelvetranese, il Prof. Francesco Saverio Calcara, e, su sollecitazione dell’On. Carolina Varchi deputato nazionale di FdI alla Camera, nella giornata di ieri, mercoledì 14 ottobre, alla presenza del predetto Prof. Calcara, del Commissario Cittadino di FdI Avv. Davide Brillo e del Consigliere Comunale Angelina Abrignani, si è svolto a Palermo presso l’Assemblea Regionale Siciliana, un incontro con il Presidente del gruppo parlamentare all’ARS di Fratelli d’Italia, l’On. Elvira Amata, componente della VI Commissione – Salute, Servizi Sociali e Sanitari.

Durante tale incontro sono state dettagliatamente esposte le consolidate problematiche circa la situazione dell’ospedale di Castelvetrano, consegnando alla stessa On. Amata un dossier sullo stato dell’arte dell’ormai concreto smembramento del presidio sanitario, sui ricorsi amministrativi finora proposti e chiedendo, non da ultimo, un immediato intervento finalizzato a far rivedere e rideterminare il recente piano sanitario regionale, anche alla luce dei fondi che perverranno alle regioni per il riassetto della sanità in periodo di Covid-19. L’On. Elvira Amata, quale Presidente del gruppo parlamentare alla regione di FdI, nel mostrare piena condivisione e disponibilità, ha chiarito che si attiverà prontamente sia in Commissione Salute sia nei confronti dell’Assessore Regionale alla Salute Avv. Ruggero Razza, ponendo in essere tutte quelle azioni, anche forti, che si renderanno necessarie. Si attendono da parte dell’Assessore Regionale alla Salute risposte concrete e non elusive, tali da rivedere il piano sanitario che ha visto penalizzato l’ospedale di Castelvetrano, da tutti inteso come ospedale dell’intera Valle del Belice con oltre 100.000 utenti.

Fino ad oggi stiano attivamente interloquendo con le Istituzioni regionali, ma se le stesse non dovessero tutelare il presidio sanitario di Castelvetrano e, quindi, tutta la gente di questo territorio, saremo pronti ad attuare azioni politiche ancora più forti e determinate, investendo anche i massimi organi politici del partito. Fratelli d’Italia Castelvetrano invita tutti i cittadini a recarsi presso il gazebo allestito dal Comitato Orgoglio Castelvetranese, al fine di manifestare e sottoscrivere il loro impegno a favore di questa battaglia a difesa del territorio e del presidio sanitario, sollecitando anche i propri iscritti e simpatizzanti a rimanere parti attive nella protesta.

IL CIRCOLO FDI CASTELVETRANO