Italia Nostra si appella all’ordinanza ordinanze di demolizione di une fabbricato di pregio storico in Castelvetrano. Con l’Ordinanza Sindacale n. 14 del 9/07/2019 e la successiva Ordinanza n. 55 del 27/12/2019 del Comune di Castelvetrano si ordinano ai proprietari di uno storico fabbricato all’angolo della via Felice Orsini con la via Rosolino Pilo, “la demolizione o in subordine la messa in sicurezza” del fabbricato in oggetto.

Nella nota di Italia Nostra si legge che si tratta dell’ex convento degli Agostiniani, intitolato alla Madonna della Consolazione, edificato nel 1650 (cfr. Cancila R., Calcara F.S., Giardina A., La città palmosa: una storia di Castelvetrano, ed. Officina di Studi Medievali, PA 2010). Successivamente il convento è stato chiuso e l’immobile venduto a privati (cfr. G.B. Ferrigno). Nella stessa nota, si legge inoltre che in entrambi i procedimenti nessun cenno sarebbe stato evidenziato nel merito del fatto che tale edificio ai sensi delle “Prescrizioni Esecutive del Centro Storico”, tav 5 del P.R.G., viene individuato tra gli immobili di “valore monumentale, architettonico ed ambientale”.

“Gli scriventi – si legge ancora nella nota – sono portati a credere che le Ordinanze di demolizione, all’oggetto richiamate e relative a siffatto complesso monumentale, siano state conseguenza di un mero errore di valutazione da parte di codesto Comune”

Pertanto la sezione di Castelvetrano di ITALIA NOSTRA segnala alla competente Soprintendenza ai BB.CC.AA. la presunta violazione del disposto di tutela di cui al Codice dei Beni Culturali e del Paesaggio e invita la locale Amministrazione Comunale a revocare le Ordinanze richiamate all’oggetto al fine di salvaguardare l’integrità del bene architettonico storico.

Prospetto sulla via Rosolino Pilo (da notare l’allineamento dei balconi a testimonianza di un unico solaio di calpestio)

Il porticato

Il fregio vescovile sopra l’ingresso principale