Si tratta del noto pregiudicato L. C. classe 1980, già arrestato in flagranza di reato, nell’agosto scorso, dagli agenti della Volante del Commissariato di P.S. di Castelvetrano. In quel caso i poliziotti lo avevano sorpreso all’atto di darsi alla fuga dall’abitazione in cui lo stesso si era furtivamente introdotto prima di finire in manette.

Da quei fatti scaturì per il malvivente l’applicazione della misura cautelare degli arresti domiciliari. L’uomo, che vanta un curriculum criminale folto di delitti contro il patrimonio, quali furti in abitazione e rapine, reati contro la persona ed in materia di stupefacenti, non si è, tuttavia, perso d’animo mostrando, sin da subito, una totale refrattarietà alle prescrizioni impostegli con il provvedimento coercitivo in parola.

 

A meno di una settimana dalla sottoposizione ai domiciliari,  si rendeva responsabile di un ulteriore furto in abitazione oltre che di evasione. Ad inchiodarlo le immagini del circuito di sicurezza dell’appartamento svaligiato che lo ritraggono durante tutte le fasi dell’azione delittuosa. Visionate in prima battuta dagli agenti della Volante – che riconoscevano l’uomo quale autore del furto – le registrazioni dell’impianto di videosorveglianza costituivano soltanto il primo di una lunga serie di riscontri man mano acquisiti a carico dell’odierno arrestato.

In tal senso, l’attività d’indagine condotta, in tempi estremamente rapidi, dalla Sezione Investigativa del Commissariato, consentiva di attribuire all’uomo, in maniera incontrovertibile, la responsabilità in ordine ad ulteriori furti commessi a Castelvetrano nel medesimo periodo ed altrettante evasioni.

Tali articolate risultanze – frutto di una sapiente opera di ricostruzione di tutti gli illeciti spostamenti dell’uomo – sono stati condivisi in pieno dalla Procura della Repubblica di Marsala che ha opportunamente richiesto ed ottenuto dal locale Tribunale la sostituzione della misura degli arresti domiciliari con quella – ben più incisiva in situazioni di tal specie – della custodia in carcere.

Per tali ragioni, nelle prime ore della mattinata odierna, i poliziotti della Squadra di P.G. del Commissariato, coadiuvati dagli agenti della Volante, hanno tratto in arresto l’uomo ed espletate le formalità di rito, condotto lo stesso presso la Casa Circondariale “San Giuliano” di Trapani.

Comunicato Stampa
Commissariato P.S. Castelvetrano