Una piccola correzione al bando e il “BonuSicilia” si estende ad altre 3 mila imprese. Il bando per l’ottenimento dei contributi europei, infatti, era stato pubblicato qualche giorno addietro ed escludeva alcune categorie di microimprese danneggiate a causa del lockdown. Ora la platea dei beneficiari è stata ampliata e le possibilità di ottenere un sostegno aumentate. La novità inserita prevede ora l’inserimento delle categorie di commercio all’ingrosso e dettaglio di motocicli e ciclomotori (cod. 45.40.11), gli intermediari nel commercio di motocicli e ciclomotori (cod 45.40.21) e anche gli intermediari del commercio di parti ed accessori di motocicli e ciclomotori (cod. 45.40.22).

Il fondo stanziato è da 125 milioni e i beneficiari potranno ottenere fino ad un massimo di 35 mila euro a fondo perduto. Il contributo minimo sarà, invece, di 6 mila euro e quest’ultimo potrà essere richiesto anche dalle «imprese costituite prima del 1 Gennaio 2019 e che nell’anno di imposta 2018 si trovavano in regime fiscale forfettario o in regime dei minimi» – come viene precisato nel bando.

Quello che ancora non convince tutti, invece, è la modalità di registrazione alla piattaforma digitale che prevede l’iscrizione all’apposito portale per riuscire a presentare l’istanza attraverso la modalità “click day” . L’appuntamento è previsto per il 5 ottobre alle ore 9.00.