L’ex consigliere Giambalvo ha dimostrato di essere un immaturo, di non essere attaccato a questa città. Giambalvo avrebbe dovuto dedicarsi alla sua famiglia, perché era inevitabile che la strumentalizzazione venisse messa in campo”.

Lo dice il sindaco di Castelvetrano, Felice Errante, nel giorno in cui si sono dimessi 27 consiglieri comunali, facendo decadere il massimo consesso civico, dove era tornato a sedere Calogero Giambalvo, assolto dall’accusa di mafia ma protagonista di intercettazioni durante le quali parlava di avere incontrato Matteo Messina Denaro.

di Max Firreri
per Repubblica.it