ASCOLTA L'ARTICOLO

Dal 13 al 17 dicembre 2021 sono stati accolti, presso la sede centrale dell’Istituto Capuana- Pardo, le delegazioni di studenti e docenti provenienti dalle scuole spagnole, portoghesi e turche in occasione del progetto di accoglienza Erasmus+. Una presenza sempre bella, ricca di spunti, entusiasmo e voglia di condividere. Erasmus+ è un programma di successo, ormai giunto al suo trentacinquesimo anno, che ha dato la possibilità a tanti giovani di crescere e diventare davvero cittadini europei, incoraggiandone la partecipazione alla vita democraticaGli studenti stranieri sono stati accolti con entusiasmo da alunni e docenti dell’Istituto e, dopo una visita dei laboratori e della biblioteca della scuola, hanno partecipato, guidati da professionisti esperti, alle attività didattiche, condividendo materiali informativi, ricette tradizionali ed esperienze. Una vera gioia assistere a quel miscelarsi di culture aperte alla contaminazione, cosa che può e deve avvenire nei giovani ancora privi di sovrastrutture e pregiudizi. La scuola è luogo privilegiato in cui ciò può accadere, al fine della crescita personale e sociale di tutti gli alunni. “Mai lasciare indietro nessuno” questo il valore fondante del programma Erasmus e questo il messaggio di Sara Pagliai, Coordinatrice dell’Agenzia nazionale Indire, per tutti gli #Erasmusdays organizzati in Italia dalle scuole. Il valore dell’inclusione, che sta al centro del progetto, è perfettamente in linea con la Mission dall’istituto Capuana Pardo. L’inclusione rimane un principio fondamentale del programma, per consentire a più persone di imparare e di partecipare a progetti internazionali, ma anche per coinvolgere un numero crescente di persone con minori opportunità. Ogni dipartimento dell’Istituto ha messo in atto tutte le risorse al fine di garantire un soggiorno degli ospiti stranieri indimenticabile: attività sportive, sfilate, meeting, presentazioni multimediali e visite guidate sul territorio. Palermo, Mazara, Selinunte, queste le tappe di un percorso che si riempie dei valori della conoscenza, della partecipazione e della condivisione in una prospettiva di cittadinanza attiva. Il percorso è stato all’insegna della sostenibilità, altro valore al centro dei programmi Erasmus: la maggior parte degli spostamenti sono avvenuti, infatti, a piedi e con il treno.  Una scuola sostenibile accoglie anche un modo diverso di fare mobilità. La “sfilata ecologica” curata dalle docenti Mimma Ferrara e Fara Saluto, nonché il giro turistico con le guide FAI sono stati momenti di grande valore educativo. Davvero emozionante anche l’incontro, al Parco archeologico di Selinunte, con due ragazzi africani rifugiati che, nel pomeriggio del 15 dicembre, hanno raccontato ai nostri giovani le loro storie di vita. La settimana Erasmus+ si è conclusa venerdì 17 con la consegna degli attestati a tutti gli ospiti e i complimenti della dirigente scolastica Anna vania Stallone agli alunni e a tutti i docenti che hanno garantito la realizzazione del progetto: i docenti, membri del dipartimento di lingue, Daidone Lucia Emilia, Errante Maria Teresa, La Cascia Rosanna, Passerini Piera (coordinatrice del dipartimento lingue), Ragolia Anna Chiara (referente Erasmus+), Sciuto Paola. Il contributo alla buona riuscita delle attività di accoglienza della mobilità in entrata del progetto Erasmus + “A plural and enriching community” con la scuola coordinatrice spagnola IES Alpujarra, con la Escola secundária do Cartaxo dal Portogallo, con le scuola turche 75.Yil Cumhuriyet Ortaokulu izmit-Kocaeli e  Osman Gazi Anadolu Lisesi è stato fornito dai docenti: Guzzo Rosario e Biondo Nino, Ferrara Mimma e Saluto Fara, Passerini Giusy, La Barbera Ivana, Genova Carlo e Matilde Scimonelli, Ardizzone Marica, Spallino Antonella e Gennaro Giuseppe, Alfredo Valenti. Si ringrazia, infine, la prof.ssa Vivona Barbara, ideatrice e iniziatrice del progetto, nonché lo Staff amministrativo e didattico. Gli studenti delle classi terze coinvolti sono Dimarco Sofia, Manzo Melissa, Sanclemente Samuel, Bua Vito, Di Simone Matteo, Vaccara Michele, Adorno Renato, Pirrello Antonio, Pollina Daniele, che porteranno nel loro bagaglio una esperienza formativa così pregnante e certamente indimenticabile.

AUTORE.