Intervento con equipe multispecialistica presso l’ospedale “Vittorio Emanuele II” di Castelvetrano. L’equipe medica guidata dal primario ginecologo Angelo Caradonna ha eseguito un’operazione radicale di laparoisterectomia totale con ovarosalpingectomia bilaterale e linfoadenectomia pelvica su una signora di 51 anni. La paziente – C.M.R., queste le iniziali – era in lista d’attesa per il trapianto renale, in quanto affetta da insufficienza renale cronica ed essendo in menopausa da diversi anni, la comparsa di sanguinamenti vaginali l’hanno indotta a sottoporsi a un controllo ginecologico, con successiva isteroscopia per determinare la causa delle perdite ematiche.

L’asportazione e l’esame di parte del tessuto endometriale ha consentito di diagnosticare un adenocarcinoma; quindi si è reso necessario organizzare l’intervento che ha visto la collaborazione tra le Unità di Ginecologia, Nefrologia e Chirurgia generale. In sala operatoria sono intervenuti i medici Angelo Caradonna, Anna Maria Li Causi, Alessandro Traficante, Vita Giaramita e la ferrista Dorotea Biundo. Alla signora sono stati asportati l’utero e i linfonodi pelvici, al fine di arrestare l’invasione metastatica della malattia.

A fine intervento, per la fase di monitoraggio, la signora è stata seguita dall’equipe di Rianimazione guidata da Giovanni Rizzo. Il complesso intervento chirurgico ha dimostrato l’ottimo funzionamento del coordinamento multidisciplinare tra le diverse Unità operative che viene ancora garantito presso l’ospedale “Vittorio Emanuele II” di Castelvetrano.

Ospedale di Castelvetrano