Uno squalo Mako è stato recuperato e portato in porto ieri tra le acque di Catania. L’enorme esemplare di circa 4 metri lunghezza, era rimasto aggrovigliato tra ami e fili di un palamito di superficie utilizzato per la pesca ai grandi pelagici.

Grazie all’aiuto di numerosi pescatori, ed in particolare degli equipaggi dei Motopesca Trinacria e Daniele, è stato possibile il sollevamento dell’esemplare in banchina. Sono stati poi gli zoologi del Museo Civico di Storia Naturale di Comiso ad rilevare i dati biometrici del pesce ed il prelievo di campioni biologici.