ASCOLTA L'ARTICOLO

Divampa l’incendio all’interno del Parco archeologico di Selinunte e, prima che diventasse di ampie proporzioni, è riuscito a spegnerlo con gli estintori. A compiere il gesto è stato Salvatore Casamento, uno dei custodi in servizio presso il Parco archeologico di Selinunte, operatore drone per conto dell’ente. Il fatto è successo due giorni addietro, quando soffiava forte il vento di scirocco, ma la notizia è trapelata solo oggi. Ad accorgersi del fumo è stato un collega di Casamento: le fiamme avevano iniziato a bruciare parte della vegetazione nella zona della Malophoros all’interno del Parco. Così Salvatore Casamento ha sollevato il drone per meglio capire l’entità del fuoco e localizzare esattamente la zona. Intanto il collega ha chiamato il numero di emergenza per richiedere l’intervento dei Vigili del fuoco ma le squadre disponibili erano già tutte impegnate nello spegnimento di altri incendi. Salvatore Casamento non si è perso d’animo e ha recuperato sei estintori degli Uffici del Parco e ha iniziato a spegnere l’incendio, riuscendo a domarlo. A Casamento il direttore del Parco Felice Crescente consegnerà nei prossimi giorni un encomio: «Salvatore Casamento ha dimostrato, con prontezza e impegno, di avere a cuore il bene comune qual è il Parco – ha detto Crescente – grazie al suo intervento si è evitato che il fuoco potesse arrivare alla zona del canneto vicino il fiume Modione, facendo danni incontenibili», ha concluso il direttore.

AUTORE.