Arte, legalità e cucina: il turismo rurale “Al Ciliegio” di Salemi si apre al territorio.

Domenica prossima (29 settembre) la struttura, nata in un terreno confiscato alla mafia e dal Comune di Salemi affidato in gestione alla Fondazione San Vito Onlus, ospiterà “En plein air”, la prima estemporanea di pittura che vedrà coinvolti 15 artisti provenienti dalle province di Trapani e Palermo: Rita Agnese (Salemi), Anna Ferro (Salemi), Donatella Palermo (Vita), Salvatore Calò (Palermo), Giusy Megna (Palermo), Piera Ingargiola (Santa Ninfa), Pippo La Mantia (Palermo), Francesca Maltese (Salemi), Antonio Parrino (Palermo), Orsina Sanacore (Trapani), Antonino Russo (Marsala), Gian Battista Di Liberti (Castellammare), Maria Rosa Maragioglio (Salemi), Sergio Di Girolamo (Trapani) e Rosaria La Rosa (Trapani).

Per l’intera giornata (inizio ore 9) gli artisti sceglieranno una postazione in mezzo al fondo agricolo, dove potranno realizzare un’opera d’arte, prendendo spunto dalle tematiche: legalità, natura e cucina. Una giuria valuterà, nel pomeriggio, le opere per poi premiarne i primi tre.

«Il turismo rurale non vuole essere solo un posto dove mangiare – spiega il Presidente della Fondazione San Vito Onlus, Vito Puccio – ma un luogo d’incontro, di confronto e d’interesse culturale, vista la sua valenza sociale per il territorio». L’iniziativa, organizzata dalla Fondazione e da Vita Grispi, è patrocinata dal Comune di Salemi.