Vista la drammatica situazione rifiuti che in questi giorni stiamo vivendo a Castelvetrano e in altri paesi del trapanese, l’indecorosa e indecente situazione è sotto gli occhi di tutti, il MeetUp M5S Castelvetrano Selinunte ha inviato una richiesta di delucidazioni ai Commissari straordinari sui dati registrati inerenti la raccolta differenziata negli ultimi 5 anni; sugli sviluppi, o meglio non –sviluppi, che ha avuto il servizio e perché, da circa due anni, non viene rilasciata più la certificazione di quanto conferito alle isole ecologiche.

Tale rilascio provvedeva in seguito ad apportare sgravi sulla pesante tassa sui rifiuti urbani, risultando quindi anche un’attività premiante per un gesto di civiltà, per il rispetto dell’ambiente, ad oggi invece tutto è fermo.

La situazione rifiuti, con la raccolta e il conferimento in discarica è ormai divenuta un’emergenza continua intollerabile, di cui tutti siamo responsabili: gli amministratori e i cittadini.

C’è anche però molta preoccupazione che l’attuale situazione di emergenza sia stata scelleratamente creata ad arte per consentire (ampliandone così il consenso sociale) la costruzione di gassificatori travestiti da impianti di produzione del c.d. biometano, oppure, ancora peggio, dei termovalorizzatori. Soluzione totalmente inadeguata per un territorio a forte vocazione agricola. Una società che produce un quantitativo enorme di rifiuti, tra imballaggi, plastiche, carta e cartoni etc. sarebbe incosciente ed irresponsabile se pensasse di smaltire in modo indifferenziato e a questi ritmi in discarica.

Ricordiamo inoltre che l’ordinanza firmata dal Presidente della Regione Musumeci, per fare riaprire la discarica di Borranea, chiusa in precedenza per raggiunti livelli di saturazione, ha validità fino al 15 gennaio 2018 e comunque rimane un rimedio temporaneo e di poca utilità, infatti in breve tempo, tutto l’impianto tornerà ad essere saturo e occorrerà trovare nuove soluzioni, vivendo nel frattempo con i rifiuti per strada o meglio con le strade ridotte discariche, con i pesanti disagi e con le problematiche igienico – sanitarie che ne conseguiranno.

Occorre dunque che il Governo regionale inizi, una volta per tutte, a risolvere questa problematica indecente per una Nazione civile e che tutti noi cittadini cominciassimo a comprendere che la raccolta differenziata seria, con i relativi sgravi fiscali, rimane l’unica strada percorribile, se non vogliamo rimanere sommersi dai rifiuti!

Il Meetup Castelvetrano Selinunte