In uno stato di emergenza rifiuti che sembra non avere fine, riportiamo di seguito la lettera di Roberto Tangari, direttore di una nota struttura turistica a Marinella di Selinunte.

Buongiorno ai Commissari da Selinunte,

sono settimane che non arrivano compattatori in maniera regolare, situazione al collasso nelle strutture turistiche come la nostra. Stiamo pensando di intraprendere una class action come associazione albergatori per denunciare tutte le autorità coinvolte come la commissione straordinaria e Dusty Direzione Generale e Dusty in loco per interruzione di pubblico servizio con conseguente disagio sanitario.

Stiamo facendo di tutto per evitare di NON ricevere noi stessi denunce e richieste di rimborso dai nostri turisti, schifati ed allibiti da quanto costretti a vivere.

La vacanza è una cosa seria!!! gente che aspetta 12 mesi per una settimana e la facciamo vivere nello schifo più totale!
Non si percepisce all’orizzonte alcuna soluzione, azione completamente STERILE da parte delle autorità competenti etc e prego di non rispondere che la colpa è di altri, discariche chiuse compatttori pieni etc etc , perchè sarebbe un insulto alla nostra intelligenza.
Per dovuta conoscenza!

Abbiamo ancora solo 48 ore di estrema emergenza da poter gestire, oltre le quali senza il ripristino del ritiro della differenziata (che CON PIENA RESPONSABILITA’ tutti noi facciamo), ritengo di dover procedere per vie legali, denunciando quanto stia accadendo anche a livello nazionale.
distinti saluti

Roberto Tangari
Direttore
Club Esse Selinunte Beach