L’Associazione nazionale della stampa online chiede alla Regione e al Governo un sostegno concreto alle testate giornalistiche online. «L’emergenza che stiamo vivendo – afferma il presidente Marco Giovannelli – mostra, qualora ce ne fosse bisogno, l’importanza dell’informazione on line, che, quando è svolta con professionalità, argina le fake news, promuove le buone prassi ed aggiorna correttamente lettori e cittadini. Questo apporto è ancora più concreto in Sicilia, dove le testate on line sono cresciute di numero e di qualità, e hanno rapporti consolidati con le loro comunità di riferimento».

Anche l’editoria, come altri settori, è a rischio per questo periodo d’emergenza. «Tutte le testate on line lavorano in condizioni precarie, in questi giorni, perché sono state annullate importanti commesse pubblicitarie, o, nonostante l’aumento di lettori e pagine viste, sono diminuiti, anche dell’80% gli introiti – continua Giacomo Di Girolamo, direttore della testata siciliana Tp24.it e componente del direttivo Anso – ciò nonostante, i giornalisti e gli editori continuano con passione e abnegazione il loro lavoro, ma è importante che le istituzioni diano un segnale».

Quello che chiede l’Anso sono misure attuabili. E tra queste anche la pianificazione di campagne pubblicitarie istituzionali programmate, non a pioggia, come purtroppo avvenuto spesso in passato, ma secondo criteri verificati di posizionamento nel calcolo dell’audience fatto da enti terzi, come Google Analytics.