“Per fare fronte all’immane disastro di cui è vittima la gente della Campania faremo la nostra parte accogliendo l’invito alla solidarietà del Presidente del Consiglio, ma vigileremo affinché i rifiuti in arrivo dalla Campania non siano tossici o speciali, ma rifiuti solidi urbani, nella quantità concordata di 1500 tonnellate e non di più”.

Lo ha dichiarato l’assessore al Territorio ed Ambiente della Regione Siciliana, Rossana Interlandi, la quale ha voluto comunque ricordare l’emergenza ambientale in cui da decenni versa la Sicilia, “nel silenzio generale dei grandi media”. “Vogliamo sapere dal governo nazionale – ha chiesto l’assessore – cosa intende fare per il risanamento delle zone industriali di Gela, Priolo e Milazzo e quali sono i tempi per arrivare alla riconversione degli impianti industriali inquinanti