“Il mondo è un bel posto, e per esso vale la pena di lottare”, sebbene le ultime notizie degli incendi che
hanno distrutto la riserva dello Zingaro, non dimostrino tale volontà. Eppure, c’è ancora chi crede che sia
possibile avere un mondo migliore, e che sia necessario lottare per il futuro e per le nuove generazioni.

Un gruppo di volontari, dopo un sopralluogo alla foce del fiume Modione, ha organizzato una pulizia sulle rive, per bonificare l’area dalla plastica. Il fiume infatti, trascina nel suo percorso molti rifiuti, soprattutto plastiche. Un vero e proprio eco blitz, che vuole sensibilizzare sull’ambiente e sul territorio, e condannare l’abbandono di rifiuti indiscriminato e selvaggio.

Perché la foce del Modione? Perché è la culla della civiltà selinuntina, e quindi castelvetranese. Risalire alla storia e alla genesi, per riscoprire l’impegno civico e l’amore per il proprio territorio. L’iniziativa si terrà domenica 6 settembre, dalle ore 8.00 alle 10.00 circa ed è aperta a tutti coloro vogliano dare un contributo alla nostra città, associazioni e privati, con l'obiettivo di sensibilizzare e mantenere acceso il focus sull’ ambiente e sul territorio.

Il punto di ritrovo sarà davanti il lido Mokambo, alle ore 8.00. I partecipanti dovranno essere muniti di guanti, mascherina, sacchetti da spazzatura ed eventuali utensili. Per informazioni, scrivere alla pagina dell’evento su Facebook seguente: https://www.facebook.com/events/615157756059046?active_tab=about